Notizie

Paolo del Genio in “A tutto Campo”: La formazione la fa…. Stadio? Non c’ho capito nulla!

51bfc9a1b080d1f314d0d70e4d86c1a1

Queste le dichiarazioni del Direttore Paolo del Genio all’interno della trasmissione “a tutto campo” in onda su Canale 8:

Su certe “ombre”

Non credo al fatto certe “piccole” evitino di schierare contro alcune “grandi” i titolari per agevolare altre “grandi”. Non scherziamo. Credo le “piccole” debbano solo imparare che impegnandosi al massimo nulla è già scritto. Il Sassuolo, pareggiando sia a Roma che a Napoli, lo ha insegnato a tutti. Se poi invece, effettivamente, certe “grandi” hanno un potere così enorme da indurre certe piccole a rinunciare ad alcuni titolari, beh, allora è cosa da ufficio inchieste.

 

Sul cambio di modulo

Non considero la gara di Roma una sconfitta, il Napoli ha tenuto bene il campo per lunghi tratti. Con Juventus ed Arsenal, invece, a livello tattico il Napoli le ha perse. Va riconosciuto. Perchè in ottica di queste gare così difficili non adottare qualche cambiamento tattico? Sono tentato di condividere questa ipotesi ma mi piace molto il discorso che ha fatto Benitez. Adesso, pur cambiando rischieremmo di perdere comunque. Rimanere così come sei invece almeno ti consente di non togliere convinzione alla squadra. La tattica è fatta di minuziose miniature, non è detto che cambiare ti fa vincere. Mi fido di Benitez. A Firenze ad esempio, pur non cambiando modulo, si è vinta la partita. Non credo il Napoli abbia perso malamente certe partite perchè non ha cambiato il modulo.

 

Sui presunti limiti imposti da De Laurentiis

Non credo nemmeno il più esperto di calcio mondiale possa essere in grado di pianificare il percorso di una squadra in termini numerici. Quindi non credo De Laurentiis abbia fatto questo discorso. Io credo il Presidente voglia semplicemente vincere. Non credo al fatto si sia imposto di crescere ma soltanto fino ad un certo punto.

 

Sul mercato

L’unica certezza è che non abbiamo certezze. Aspettiamo i Twitt di De Laurentiis. Da quel momento in poi mi impegnerò a descrivere tecnicamente e tatticamente il nuovo acquisto. Bisogna essere pazienti. Nessuno immaginava arrivasse questo anno uno come Higuain eppure è arrivato. Solo il Napoli sa perchè non ha completato il mercato a luglio scorso.

Vargas? Bisogna capire se il Napoli vuole prendere una seconda punta o una punta centrale. Vargas è uno che parte bene come esterno di attacco ma credo abbia bisogno di grande fiducia. Ipotizzabile il ritorno del cileno che scalza con una certa disinvoltura Insigne o Callejon sugli esterni? I nostri ricordi, nemmeno tanto remoti, non ce lo fanno ipotizzare come uno scenario possibile. Ci penserei bene.

Reina? è in prestito. A fine anno il giocatore torna al Liverpool. Il Napoli per tenerlo dovrebbe rifare un nuovo contratto. Reina non è più un ragazzino, secondo me deciderà lui cosa fare. Se dovesse andar via toccherà al Napoli decidere se Rafael, che è un promettentissimo portiere, sarà pronto o meno per essere il titolare del Napoli.

Zuniga? Non capisco perchè si debba essere quasi convinti Zuniga venga ceduto. Se il colombiano venisse ceduto non sarebbe facilmente rimpiazzabile. Armero invece può essere tranquillamente rimpiazzato da uno come Antonelli, forse, anche dando qualcosina in più. Mi auguro il Napoli prenda un terzino sinistro ma come riserva di Zuniga. Lo aspettiamo. L’interesse di Barcellona e Real Madrid? Non dico si ma nemmeno no. Non mi stupirei se squadre di questo calibro si interessassero a Zuniga ma mi auguro il Napoli riesca a trattenerlo. Io affermai Zuniga fosse rimasto a Napoli quando tutti affermavamo sarebbe andato alla Juventus. Spero resti anche questa volta.

Cigarini? non lo so, l’ho visto crescere molto ma sarebbe stato bravo anche come rincalzo? o solo da protagonista come nell’Atalanta? Non so. Radosevic? Bella operazione del Napoli, ma credo che se il Napoli dovesse acquistare il quarto centrocampista sono convinto vada a giocare altrove. E mi auguro vada in una squadra di serie A perchè la serie B non sempre ti da le informazioni giuste per capire se il ragazzo è pronto o meno per palcoscenici più importanti. Questo anno non credo sia pronto per giocare nel Napoli.

Suarez? Sarebbe il massimo ma non credo sia alla portata del Napoli

 

 

Sullo Stadio

Non c’ho capito nulla!

 

Sullo scudetto

Ho la sensazione questo anno sia ancora un pò dura ma siamo molto vicini. Se la Juve dovesse avere un altro momento difficile e non dovesse essere ancora una volta aiutata dagli arbitri, potremmo avere le carte in regola per essere i primi a poterne approfittare. Anche perchè dovremmo affrontare quasi tutte le grandi in casa e, tra l’altro, con in organico i nuovi innesti di gennaio.

 

Su Cannavaro

Ruolo marginale per Cannavaro dopo faccenda giudiziaria che l’ha coinvolto con Grava? Lettura molto originale, ma credo la scelta sia stata di Benitez perchè, voglio sbilanciarmi, sono convinto il Presidente De Laurentiis non c’entri assolutamente nulla in nessuna scelta tecnica del Mister, compresa quella di lasciar fuori Cannavaro.

 

Su Insigne

Insigne alla Pirlo? La vedo difficile. Nel tempo potrebbe diventare verosimile ma al momento non vedo questa prospettiva. Non è solo una questione fisica, Pirlo è difensore nella testa ed è riuscito a trasformarsi grazie alla sua tecnica. Insigne lo vedo con l’indole dell’attaccante. Credo sia più probabile segni qualche gol in piu piuttosto che trasformare il suo ruolo alla Pirlo. In effetti zero gol nella tabella reti segnate sono davvero poche. Insigne nel ruolo di Hamsik? Più possibile ma quel ruolo prevede anche una buona capacità di tenere palla, buona resistenza fisica. Insigne sarebbe micidiale se riuscisse a girarsi. Ma dovrebbe riuscire a farlo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Inside Articles Bottom

Testata Giornalistica Sportiva.
Direttrice: Rosa Mele
P.Iva: 07533801218
Iscrizione ROC n. 23820 del 16/09/2013

Copyright © 2016 IMele S.r.l. - Tutti i diritti riservati

To Top