Notizie

Presidente Napoli Club Roma Azzurra: “La famiglia desidera due cose, silenzio e pace”

f18cc5893d73fa879e46ecb87d204b18

Parole pesanti, dal tono forte e deciso. Parole che contengono in se dolore, rabbia, dispiacere, ma anche messaggi distensivi.

Sono quelle pronunciate da Gino Di Resta, napoletano di nascita e romano d’adozione, Presidente di uno dei più grandi Club Napoli presenti nella capitale, Napoli Club Roma azzurra. Una delle persone che ha dato un concreto contributo alla famiglia Esposito in questi cinquantatre giorni vissuti accanto a Ciro, lontano da Napoli.

L’accusa è rivolta alle istituzioni. “Ci hanno abbandonato, Ciro è stato ricoverato al Gemelli di Roma da quella maledetta sera – esordisce Di Resta – ebbene, Sindaco di Napoli a parte, non si è visto nessuno. Dal Presidente della Repubblica Napolitano, al Presidente del Consiglio Renzi. Se ricoverato in gravissime condizione ci fosse stato un tifoso della Fiorentina, forse sarebbe venuto. La Tim Cup? Nemmeno l’ombra.  Nemmeno una bottiglia di acqua hanno portato a Ciro. E poi, Abete, Malagò, il Sindaco di Roma Marino, il sindaco Marino, non è andato nessuno a fargli visita. Eppure questo giovane napoletano è stato colpito  a morte nella città di Roma. Nemmeno l’A.S. Roma ha mandato nessuno. In questo momento Ciro è all’istituto di medicina legale in via tiburtina, appena avrò notizie certe avviserò de Laurentiis e Lombardo che aspettano notizie dal sottoscritto.

Quella di Ciro – continua Di Resta – è una famiglia eccezionale. Ciro chiede silenzio e pace. I napoletani devono essere forti e dimostrare al mondo che siamo l’ombelico del mondo.

Sono nato a Roma per caso anche se sono stato concepito a Napoli. Sono l’unico della famiglia nato a Roma. Quando vedo il Colosseo mi fa un effetto, quando vedo il Vesuvio me ne fa un altro.

Roma è una città presuntuosa, arrogante e piena di pregiudizi. Andrò presto a Scampia e sarò onorato di esserci andato.

Non vogliamo la violenza. Non la voleva Ciro, non la vuola la famiglia. Un solo messaggio deve passare, una sola volontà deve essere soddisfatta: Silenzio e pace”.

E così sia.

Inside Articles Bottom

Testata Giornalistica Sportiva.
Direttrice: Rosa Mele
P.Iva: 07533801218
Iscrizione ROC n. 23820 del 16/09/2013

Copyright © 2016 IMele S.r.l. - Tutti i diritti riservati

To Top