Notizie

Questione San Paolo: si intravede a luce. Accordo raggiunto

b3b711b72caf6ab488c6f107050cdd3f

E dopo tanto discutere, finalmente lo Stadio San Paolo vede la luce. Nella giornata di ieri la Ssc Napoli e il Comune di Napoli hanno raggiunto l’accordo sui lavori da fare all’impianto. La società azzurra era rappresentata dal vice-presidente Edoardo De Laurentiisl’head of operations, Alessandro Formisano, il consigliere delegato Andrea Chiavelli, l’avvocato Giuseppe Ceceri

L’incontro è andato a buon fine come racconta l’assessore allo Sport, Ciro Borriello: “Oggi è una bella giornata in cui siamo riusciti ad avere un incontro di grande cordialità e distensione per dare inizio a una collaborazione. Se il Napoli sarà puntuale, così come ci hanno assicurato, a giugno e luglio inizieranno i lavori. Per i concerti sarà previsto invece un impacchettamento acustico. Faremo in modo che l’impianto non venga negato a nessuno che voglia svolgere attività sportiva, come già avviene oggi”.
Dello stesso parere anche Chavelli: “E’ andata bene, ora andiamo avanti”.

Il Napoli e Napoli avranno uno stadio, avranno un San Paolo tutto nuovo: la società azzurra dovrà spenderà circa 20 milioni, si lavorerà anche e soprattutto sui parcheggi che non sono mai stati utilizzati. Ci sarà il restyling della tribuna stampa, del garage e degli spogliatoi. A termine del campionato già inizieranno i primi lavori sull’impianto di illuminazione, impianto elettrico, impianto anti-incendio,tubazioni, impiantistica per i servizi igienici, risistemazione dei seggiolini.

LA PROROGA. Questa verrà concessa, al termine della stagione, solo per qualche mese in attesa della ristrutturazione più complessa che farà avvalere al Napoli della legge sugli stadi, che prevede l’uso esclusivo dell’impianto a favore della società azzurra.

Fonte intervista: Il Mattino

Inside Articles Bottom

Testata Giornalistica Sportiva.
Direttrice: Rosa Mele
P.Iva: 07533801218
Iscrizione ROC n. 23820 del 16/09/2013

Copyright © 2016 IMele S.r.l. - Tutti i diritti riservati

To Top