Notizie

Rafa Benitez: «Siamo sempre al 75% pero’ abbiamo giocato una bella partita contro una squadra difficile»

47ab8f4b2c91e37bf1f1a0e143bfa7c1

Un Rafa Benitez incontentabile è stato intervistato nel post partita di Napoli-Catania. Queste le sue parole a riguardo:

«Il miglior inizio di stagione per Rafa Benitez volevo sapere se la percentuale del Napoli può aumentare con la partita di stasera.
No. Sempre 75%. Abbiamo ancora tanto da migliorare.
C’è stata un po’ di sfortuna qualche volta, ma abbiamo avuto carattere, qualità e giocato con aggressività, concedendo solo un tiro agli avversari. Il portiere ci ha messo del suo ma sarei stato più tranquillo se avessimo sfruttato qualche occasione.
Abbiamo avuto difficoltà senza Zuniga e senza Mesto. Sono molto dispiaciuto perchè stava facendo un ottimo anno nella squadra, non sappiamo ancora cos’ha precisamente ma lui è uno forte.

Lei fa sempre turn over, ma lei si fida di Cannavaro?
Al 100%, oggi la scelta era un terzino destro, lui lavora benissimo! Abbiamo lavorato con Uvini anche ed era la prima scelta stasera. Dall’infortunio di Zuniga ho cominciato a provare Uvini in quella posizione. Sulla fascia è più facile giocare per Uvini invece di Cannavaro che resta un professionista serio e un buon giocatore che però, oggi, deve aspettare il suo momento.

Sul possesso palla, è soddisfatto di come si arriva in avanti, oggi affrontavate una squadra che pressava molto ma siete arrivati avanti con facilità.
Abbiamo trovato gli spazi anche con una squadra pericolosa con giocatori che potevano fare gol.

Abbiamo capito che il primo segreto del Napoli è come interpretare il ruolo degli esterni d’attacco.
È molto importante per noi, Mertens, Insigne e Callejon è facile cambiarli perché sono tutti di un livello altissimo, hanno il livello per fare la differenza.

D’estate ci credeva davvero in Callejon e quando ha detto che avrebbe segnato tanti gol aveva ragione.
Lui lavora benissimo. È un gran giocatore che gioca bene nel suo ruolo ma che fa bene anche in difesa se ce n’è bisogno».

Un suo parere sulle altre squadre al vertice della classifica.
La Roma adesso non può nascondersi più, ma ci sono cinque squadre al vertice e tutte possono fare bene da qui alla fine. Ogni partita qui in Italia è considerata come la più importante dell’anno. Dobbiamo affrontare ogni gara con la giusta cattiveria e gestire le energie per tutta la stagione, vista la piacevole distrazione della Champions.

L’infortunio di Mesto?
Lunedi farà una risonanza anche se a me sembra abbastanza serio. 

Higuain?
Non so a che percentuale sia ma va molto meglio. Fisicamente partita dopo partita va un po meglio. 

La Roma?
Abbiamo detto alla Roma che ci siamo anche noi. Bisogna gestire bene la rosa per rimanere li dove siamo.

Inside Articles Bottom

Testata Giornalistica Sportiva.
Direttrice: Rosa Mele
P.Iva: 07533801218
Iscrizione ROC n. 23820 del 16/09/2013

Copyright © 2016 IMele S.r.l. - Tutti i diritti riservati

To Top