Notizie

Reja sfida il ‘suo’ Napoli

4e21ad6757e3b5d283a1d70c39058a5a

Domenica sera arriva al San Paolo l’Atalanta dell’ex Edy Reja. Gli orobici, che hanno esonerato l’allenatore Colantuono dopo la sconfitta interna contro la Sampdoria, sono a caccia di punti per risalire la china e non rischiare di trovarsi implicati nella lotta per la salvezza. L’inizio non è stato dei più convincenti dopo l’esordio con 2 pareggi per 0 a 0, ottenuti rispettivamente a Parma e in casa con l’Udinese.
Classe ’45, ex centrocampista di Spal, Palermo, Alessandria e Benevento, Reja appende gli scarpini al chiodo nel 1977. Due anni più tardi inizia la sua carriera da allenatore: la gavetta è lunghissima, soprattutto tra Serie C2 e C1 prima di arrivare al Pescara nell’anno1989/1990. Da allenatore del Brescia, centra la sua prima promozione in Serie A ma deve attendere il 1998/1999 la chiamata del Vicenza per allenare nella massima serie. Nel 2005 arriva nella città partenopea come sostituto di Giampiero Ventura: è lui il primo allenatore del nuovo Napoli targato Aurelio De Laurentiis. Il match contro gli azzurri ha sempre un sapore particolare visti i suoi trascorsi e il suo grande contributo dato per il rilancio della società in ambito europeo (dalla C alla Coppa Uefa).
Nella stagione 2008/2009, dopo 9 partite in cui il gli azzurri raccolgono appena 2 punti, Reja viene esonerato (dopo 4 anni e 188 panchine tra campionato e coppe) e sostituito con Roberto Donadoni. Queste le dichiarazioni che anticipano il suo ritorno a Napoli: “Il mio rapporto con il presidente De Laurentiis è sempre stato forte, ci sentiamo sempre. Mi ha detto che quando voglio, lui mi aspetta. Io ho sempre fatto l’allenatore e so fare solo quello. Ma siamo molto legati a livello affettivo”.
Per il resto, chi vivrà vedrà…

Articolo di Luca Salvadori

Inside Articles Bottom

Testata Giornalistica Sportiva.
Direttrice: Rosa Mele
P.Iva: 07533801218
Iscrizione ROC n. 23820 del 16/09/2013

Copyright © 2016 IMele S.r.l. - Tutti i diritti riservati

To Top