Notizie

[Rileggi il live della conferenza] Sarri: “Il campionato non finisce domani. Parole di Melo? Mi sento inadeguato…”

f7235399346dabf1bf6e00757571f6ca

Amici lettori di 100×100 Napoli benvenuti nella diretta testuale della conferenza stampa del tecnico partenopeo. Termina la conferenza stampa.

Come stanno Gabbiadini e Mertens, c’è la possibilità di vederli in panchina? Cosa può dare Chalobah?
“Entrambi sono nelle mani del nostro staff medico per il momento. Il centrocampista inglese sta crescendo, può esserci utile in determinate situazioni di gioco”.

Le dichiarazioni di Felipe Melo?

“Dopo giovedì mi sono sentito un uomo d’un altro calcio. Prima, quando le squadre italiane vincevano in Europa, si dedicavano numerose pagine alla loro vittoria mentre in questa settimana le prime tre pagine si sono dedicate alle parole di Felipe Melo. Quando senti nostalgia, perchè a me piace il calcio giocato e non queste chiacchiere, significa che sei inadeguato per il calcio attuale”.

Se domani dovesse andare bene, mancherebbe solo la Roma da battere. A quel punto cosa ne guadagnerebbe il Napoli per il suo campionato?
“Non è un campionato a quattro squadre per cui non cambierebbe nulla e non ne guadagneremmo nulla”.

Come stanno quelli che non sono partiti per Bruges. Che atteggiamento dovrà avere la sua squadra?
“Higuain, Albiol, Jorginho e Reina stanno bene e si sono allenati col gruppo. Noi dobbiamo avere il nostro atteggiamento e far bene sempre a prescindere dagli avversari”.

Che partita e quella di domani? L’Inter gioca meno bene del Napoli secondo molti opinionisti. Lei che ne pensa?
“Non è una partita decisiva, siamo felici essere arrivati fin qui a giocarcela a certe condizioni. Non sento la pressione, è una partita importante, con una bella cornice di pubblico e un grande ambiente. Saremo attenti al risultato, ma molto più attenti alla prestazione. L’inter è una squadra più forte fisicamente della nostra e quindi pratica un calcio più fisico del nostro e si esprime in base alle proprie caratteristiche. E’ una squadra temibile che gioca il calcio che può esprimere al meglio ma se la giocherà fino alla fine”.

Tutta l’Italia crede che quella di domani sia una sfida scudetto?
“Lo credono tutti perchè la classifica, attualmente, dice questo. La realtà è diversa, mancano tante partite e gli opinionisti possono dire quello che vogliono tanto tra due mesi possono cambiare idea facilmente. Credo che il loro sia il mestiere più bello del mondo (ride ndr)”.

Mister il Napoli ha battuto tutte le big al San Paolo che sono venute qui a giocarsela. L’Inter invece pare che debba venire qui a chiudersi e ripartire. Che insidie presenta tale match?
“Tutte le insidie che ti creano le squadre forti. E’ una squadra solida che grandi qualità e non credo verranno qui a chiudersi e difendersi esclusivamente”.

Ecco, il tecnico azzurro che sta entrando in sala stampa.

Tra pochi minuti l’allenatore Maurizio Sarri presenterà la sfida contro la squadra di Roberto Mancini.

Inside Articles Bottom

Testata Giornalistica Sportiva.
Direttrice: Rosa Mele
P.Iva: 07533801218
Iscrizione ROC n. 23820 del 16/09/2013

Copyright © 2016 IMele S.r.l. - Tutti i diritti riservati

To Top