Notizie

Roberto Donadoni: “Giocheremo, ma siamo disgustati”

f37683e136935a560d9d95d9c1bae514

Parma-Torino si giocherà, ma l’atmosfera che regnerà all’interno dello stadio Tardini, sarà qualcosa di indescrivibile con le parole.

La tristezza, l’incredulità, lo sconforto, lo sdegno, sono sentimenti già abbastanza dilaganti. Alla vigilia della gara interna dei giallo-blù, amaro è anche lo sfogo del tecnico Roberto Donadoni:

“E’ triste pensare che in questi mesi siamo stati circondati da opportunisti, gente che ha badato solo agli interessi personali. Questo mi ha ferito e disgustato. Chi ha sbagliato è giusto che paghi”, ha detto il tecnico. “Sono state dette tante bugie, ora dalle ceneri bisogna tirar fuori qualcosa di positivo. Di certo, la delusione umana è stata enorne e scioccante”.

Donadoni non fa sconti a nessuno: “Non siamo stati presi in giro solo da Manenti, ma anche da chi l’ha preceduto, da tutto ciò che ha preceduto questa situazione paradossale. Hanno fatto il male nostro e di tutto il Parma”. “Chi ha messo squadra e città in questa situazione, è giusto che ne paghi le conseguenze – ha aggiunto .

Se ho da dire qualcosa a Ghirardi e Leonardi? Eventualmente, lo farò di persona. Manenti, intanto, è già in carcere, perché le sue intenzioni sono state smascherate subito. Bisogna fare in modo che a certe situazioni non si arrivi proprio e che vengano tempestivamente prevenute. Tutto ciò, tristemente, accade solo nel nostro Paese”.

Il tecnico dei ducali, nonostante tutto, continuerà a spsare la causa parmigiana:

“Da parte mia ce la metterò tutta affinché questo club possa esistere ancora. Tutto quello che è nelle mie facoltà, lo farò. Già domani per esempio possiamo continuare a far vedere la nostra professionalità, anche se non è chiaramente una situazione normale e facile da gestire”.

Infine, sulla questione economica, il tecnico dichiara: “Se siamo pronti a rinegoziare il debito? Non prendiamo un euro da inizio stagione, tutti quanti. Già questa mi pare una buona negoziazione”.

 

Inside Articles Bottom
To Top