Uncategorized

Rosberg ringrazia Hamilton. Pole per il tedesco a Sochi

bb7198424044857bb9684d27aa6e3fa3

Siamo giunti a Sochi, in Russia, quattordicesima tappa del mondiale di F1 2015.

Qualifiche strane, condizionate dallo spettacolare incidente di Carlos Sainz Jr. nella Q3 che ha costretto i team a scendere in pista per la Q1 senza aver provato le Super Soft. Chi invece sembra non aver proprio risentito di questo imprevisto è proprio la Mercedes, che da subito si dimostra la più veloce e distacca di oltre mezzo secondo gli altri concorrenti. A vincere lo scontro tra i due compagni di squadra delle Frecce d’Argento questa volta è Nico Rosberg che, complice un errore nella Q3 da parte di Hamilton, riesce a strappare la prima piazza sulla griglia di partenza promettendo di dare battaglia fino alla fine domani per coltivare ancora la speranza del titolo mondiale. In casa Ferrari, invece, è il tedesco Vettel ad avere la meglio sul compagno di squadra , seppur di poco, piazzandosi al quarto posto dietro alle due Mercedes e a Bottas della Williams che ancora una volta si interpone tra le due scuderie più forti del Mondiale. Chi ancora una volta deve masticare il boccone amaro è il povero Fernando Alonso, eliminato già in Q1 con la sua McLaren che soffre ancora di tanti problemi.

-Cronaca delle qualifiche

Come detto, regna l’incertezza più assoluta in qualifica a causa delle prove libere chiuse prima del tempo e le varie scuderie scendono in pista più che altro per testare le prestazioni delle Super Soft, salvo che per la Mercedes che si affida alla mescola più dura e riesce comunque ad essere davanti a tutti già in Q1. Peggiore in assoluto qui Alonso che, nonostante avesse una penalità di ben 35 posizioni, non riesce a superare lo sbarramento venendo battuto all’ultimo da Felipe Nasr a differenza del suo compagno di squadra Button. In Q2 continua il dominio delle Mercedes che sembrano inarrestabili, e subito dietro iniziano già a darsi battaglia i Ferraristi con Bottas della Williams che, a differenza del compagno Massa che si ferma in 15° posizione sulla griglia, sembra più competitivo e a suo agio sul circuito Russo. Fanno seguito all’eliminazione di Massa i vari Nasr, Kvyat, Maldonado e Button. Quest’ultimo riesce a tirare fuori il massimo dalla Mclaren e si qualifica in tredicesima posizione. Nella Q3 le supersoft si dimostrano le più competitive e Rosberg ruggisce forte facendo un ottimo giro e piazzandosi primo davanti ad Hamilton; subito dietro troviamo Bottas, Vettel e Raikkonen che si danno battaglia per la terza posizione. Nell’ultimo tentativo c’è un colpo di scena: tutti si aspettano la risposta di Hamilton che si pensava fosse partito in sordina, e invece proprio lui da una grossa mano (involontariamente) al suo compagno di squadra compiendo un errore e regalando di fatto la Pole a Rosberg a 2 minuti dalla fine delle qualifiche.

-Classifica

Rosberg
Hamilton
Bottas
Vettel
Raikkonen
Hulkenberg
Perez
Grosjean
Verstappen
Ricciardo
Kvyat
Nasr
Button
Maldonado
Massa
Alonso
Ericsson
Stevens
Merhi
Sainz

Articolo a cura di Gianpaolo Peluso.

Inside Articles Bottom

Testata Giornalistica Sportiva.
Direttrice: Rosa Mele
P.Iva: 07533801218
Iscrizione ROC n. 23820 del 16/09/2013

Copyright © 2016 IMele S.r.l. - Tutti i diritti riservati

To Top