Notizie

Sarri: “Higuain uscito per farlo rifiatare, peccato per il gol subito. E dico una cosa sul rinnovo”

daa12a659be5f9dd74f290e9d9a4aab7

Dopo la vittoria sull’Atalanta torna a parlare Sarri. Dunque silenzio stampa finito, a quanto sembra.
A Premium Sport il tecnico azzurro ha commentato così la gara: “Sono felice per Ranieri, gli allenatori italiani è risaputo che sono di un alto livello. Il suo è il coronamento di una grande carriera. La nostra gara l’abbiamo iniziata che eravamo un po’ contratti poi nella ripresa siamo stati all’altezza delle prestazioni migliori. Dispiace aver subito il gol in una partita in cui Reina non ha fatto neanche un intervento. Ho visto una buona prova soprattutto nel secondo tempo.
La sostituzione di Higuain? Era stanco, aveva corso molto mi è sembrava giusto che rifiatasse.
Noi concediamo quando non siamo offensivi e non abbiamo un’alta intensità difensiva. Per la prima volta tanti di loro sono alla prima volta a fare una stagione di questo tipo, le energie nervose che si spendono sono tantissime. La squadra ha una grande potenzialità, bisogna crescere dal punto di vista della mentalità. 
Hamsik può segnare qualche gol in più. Allan ce l’ha un po’ meno, ma sta migliorando da questo punto di vista e stasera ha colpito la traversa. Io sono sempre dell’idea di Sacchi: quando lui era al Milan voleva un libero, gli dissero di costruirselo da solo. Io farò lo stesso: se arriverà un centrocampista da più gol è bene, altrimenti faremo segnare i giocatori che abbiamo.
Potevano arrivare altri gol stasera ma siamo contenti così. L’obiettivo è quello di avere una percentuale realizzativa un po’ superiore. Rinnovo? Io e il presidente ci siamo visti un mese fa e abbiamo deciso di parlare del contratto alla fine della stagione. Mi fa piacere il comunicato fatto da De Laurentiis”.

Maurizio Sarri è intervenuto ai microfoni di Sky:
“Abbiamo fatto un inizio di partita leggermente più contratto del solito. Il gol preso all’ultimo minuto dalla Roma ci ha condizionato. Penso che però abbiamo fatto un secondo tempo all’altezza delle nostre migliori prestazioni. Partita col Torino? Noi pensavamo all’Atalanta, poi in settimana penseremo alla prossima difficilissima partita. Di fronte avremo un avversario che sta facendo risultati straordinari. Ma tutto dipende da noi e questa è l’unica fortuna. Higuain? Sta bene, ci tiene tantissimo al secondo posto e per noi è una garanzia. Per noi è un valore aggiunto e la squadra lo ha messo spesso nelle condizioni di far bene. Gonzalo c’ha una clausola e se qualcuno riuscisse a pagarla, a quel punto sarebbe difficile trattenerlo. Non credo che ci siano allenatori che vengano ascoltati di fronte a certe cifre. Tuttavia, fosse per me li terrei tutti perchè questa squadra se riesce a migliorare in mentalità può avere un grande futuro. Presidente? Ci siamo visti un mese fa e abbiamo deciso che sarebbe stato giusto rivedersi dopo la fine del campionato. E’ stato un pò ricamato su. Non siamo nè arrabbiati, nè delusi. C’è solo un pò di disattenzione. Abbiamo gli stessi punti del girone di andata, il nostro cammino è stato di una linearità assoluta. Il Napoli ha deciso per la linea del silenzio stampa e nè su di me nè sui calciatori c’è stata pressione. E’ chiaro che dobbiamo ancora crescere dal punto di vista della mentalità, del controllo delle energie nervose. Abbiamo tanti ragazzi alla prima esperienza così dura da quel punto di vista, ma stiamo studiando per diventare una grande squadra. Juve? Speriamo di prenderli per anzianità (ride, ndr). Li vedo difficilmente battibili anche nei prossimi 4/5 anni. Lo spazio per i sogni c’è. Però imprese come quella del Leicester sono molto rare, la normalità, invece, è che lo scudetto vada spesso a chi ha il miglior fatturato.”

Inside Articles Bottom

Testata Giornalistica Sportiva.
Direttrice: Rosa Mele
P.Iva: 07533801218
Iscrizione ROC n. 23820 del 16/09/2013

Copyright © 2016 IMele S.r.l. - Tutti i diritti riservati

To Top