Notizie

Sarri in conferenza: “La Fiorentina ha dominato tutte le gare finora. Spero che un calciatore in particolare sia decisivo. Voglio che il San Paolo sia un inferno”

76a34e6c2b6ec1b1b7aa866839b942e4

Rileggi la conferenza stampa, di Maurizio Sarri, che precede il match clou valevole per l’ottava giornata di Serie A: Napoli – Fiorentina 
Maurizio Sarri sembra intenzionato a schierare la formazione che ha avuto la meglio sul Milan e sulla Juventus.

Entra Maurizio Sarri, ha inizio la conferenza stampa.

E’ un big match domani?
“Lo è perché la Fiorentina è prima in classifica, poi ha dominato tute le gare che ha fatto. La nostra classifica è ancora intermedia sia alla ricerca della continuità che è l’unica arma per risalire”.

Il Napoli deve ripartire dalla gara col Milan? Che Napoli ci dobbiamo aspettare?
“La nostra inerzia era positiva dobbiamo vedere se abbiamo l’abilità di ripartire dove avevamo lasciato. La sosta ti da problemi perché non ti da giocatori in forma”.

Si può parlare di scudetto?
“E’ una bestemmia, la Fiorentina è avanti al Napoli e lo scudetto dovrà vincerlo lei”.

Come si pone con l’entusiasmo che c’è in giro?
“Come sempre, dobbiamo restare equilibrati. I tifosi è normale che sognano noi facciamo il nostro lavoro che è difficile e va a contrapporsi”.

Fiorentina avversario particolare?
 Non è un avversario come gli altri ma nulla di più. Mi piacerebbe vedere la mia squadra fare punti e una bella gara”.

Sfida tra due squadre che giocano un bel calcio, è d’accordo?
“Loro hanno più possesso palla e maggiori passaggi effettuati, per noi è una gara di sofferenza e dobbiamo vedere quanto siamo bravi a reggere e poi c’è da vedere la reazione della Fiorentina. Loro hanno qualità di palleggio”. 

Il Napoli segna tanto e subisce poco.
“Il calcio è una materia dove tutti pensano di avere l’idea giusta ma i numeri mi dicono che la Fiorentina l’anno scorso è arrivata avanti a noi e oggi sono avanti a noi, però ho fiducia nella mia squadra”.

Domani i tifosi saranno 50mila.
“Per i tifosi non è facile seguirci in tute le gare ma in questo momento c’è entusiasmo e il pubblico risponde alla grande, mi piacerebbe un San Paolo che fosse un inferno. Domani il loro aiuto sarà importante”.

Come sta Insigne?
“Fino a mercoledì si è allenato a parte, sta abbastanza bene ha perso qualche allenamento ma mi sembra stia meglio. Vedo che è sui buoni livelli, poi vedremo meglio nell’allenamento di oggi”.

Cosa le piace di più e cosa di meno del Napoli.
“Mi piacerebbe avere un baricentro più alto possibile ma non si può sempre e avere, un gruppo che smette di migliorare inizia un declino. Io penso e spero che questa squadra abbia ancora margini di miglioramento ma poi ci sono vari fattori che possono determinare”.

Domanda del direttore Paolo Del Genio: La Juventus non ha ancora dominato è fuori dalla lotta scudetto? C’è una favorita?
“Non ho mai comprato un gratta e vinci e questi giochini non li faccio. La stragrande favorita al momento è ancora la Juventus. Vi dico la mia: possono giocarsela anche le altre che hanno perso punti all’inizio. Escludere i bianconeri dalla lotta scudetto è follia pura. Penso che hanno cambiato qualcosa e lo hanno pagato ma è una forza importante sempre”.

Dicono che possa essere lei l’uomo decisivo domani. Ma chi, secondo lei, può essere l’uomo decisivo?
“Mi sarebbe piaciuto fare gol sotto la curva ma l’allenatore non è mai l’uomo decisivo anzi possono fare dei danni. Loro fanno il loro lavoro ma in campo saranno i giocatori decisivi che sono in campo”.

Higuain come sta?
“Sta bene, ha fatto un buon ciclo di allenamento. E’ molto applicato e concentrato, spero che quello decisivo sia lui domani”.

A sinistra Hamsik e Ghoulam sono più offensivi di Allan e Hysaj, quando miglioreranno? 
Ognuno ha le sue caratteristiche, Hamsik è straordinario e se difendesse anche come Allan non sarebbe umano. L’equilibrio viene dato anche da Callejon che sta diventando fondamentale per noi per disciplina ed attenzione tattica. Di là abbiamo meno equilibrio, ma più talento, è una preoccupazione per l’avversario”.

Mister, ha mai fatto il calendario del Napoli? 
“E’ l’ultima preoccupazione, ma sono terrorizzato dal truccarmi”.

Scelte di formazione già fatte? 
“C’è qualcuno che ha giocato di più, ma spero a breve che si possano fare più cambi. Il primo segnale positivo è arrivato a Varsavia, quindi chi ha giocato finora non può stare tranquillo”. 


Inside Articles Bottom

Testata Giornalistica Sportiva.
Direttrice: Rosa Mele
P.Iva: 07533801218
Iscrizione ROC n. 23820 del 16/09/2013

Copyright © 2016 IMele S.r.l. - Tutti i diritti riservati

To Top