Notizie

Sarri in conferenza: “Questa squadra ha un potenziale enorme ma anche tanti difetti. Palermo? Gara difficile”

a8a6b94b967e2b32b131a0d95912b54c

Sarri ha presentato ai giornalisti la partita di domani contro il Palermo.
Ore 15:00 termina la conferenza stampa

Se la vittoria sul Chievo può dare ancora più sicurezza
“Bisogna pensare prima alla partita di domani. A Chievo abbaimo avuto un atteggiamento giusto contro una squadra insidiosa e domani sera troveremo una squadra con le stesse difficoltà con in più con l’insidia del turno infrasettimanale, quindi il segnale con il CHievo non conterà più nulla e conterà il segnale che daremo domani.

Sulla crescita di Koulibaly e Chiriches
“Koulibaly in questo momento per noi è un giocatore importante che dal punto di vista fisico ci da tantissimo soprattutto sui palloni alti. Fa dei recuperi eccezionali malgrado la stazza fisica è velocissimo. Sarà inevitabile dargli un turno di riposo prima o poi. Spero che correggerà quei difettucci perchè ha soli 24 anni e può diventare un giocatore importante. Mi è sembrato dare prima ad Albiol un turno di riposo in coppa anche perchè ha giocato più anni al calcio”

Se nello spogliatoio c’è qualcuno che “bestemmia” parlando di scudetto
“Qualcuno bestemmia nel vero senso della parola. A livello di gruppo fra di noi parliamo sempre della partita che segue e mai discorsi a lunga scadenza. Per me la favorita dello scudetto rimane sempre la Juventus”

A dicembre dopo la sosta se si capirà quali saranno le ambizioni del Napoli.
“Io durante la sosta ho un solo obiettivo, quello di uscirne bene”

A che punto è il Napoli e quanto manca per arrivare al 100%
“Spero parecchio. Noi facciamo uno sport dove non puoi prepararti per sei mesi per una singola gara. Noi dobiamo lavorare per conservare un buono stato fisico. Arrivare ad avere una grande mentalità è difficile e io spero che la nostra squadra ha ancora del potenziale da esprimere”

Su Insigne e Gabbiadini
“Gabbiadini è un giocatore fantastico che a me non deve dimostrare niente. Mettendolo esterno siamo una squadra diversa, non so se migliore o peggiore ma diversa. Gabbiadini ha qualità fisiche e tecniche e penso che a fine anno non sarà nemmeno scontento. Insigne ha preso una botta al solito ginocchio che sembra essere diventato un bersaglio, ma è solo una botta”

Le cinque vittorie in campionato sono arrivate con i soliti 11 titolari. Il turno infrasettimanale comporterà 2-3 cambi e sulle difficoltà superate contro una squadra chiusa.
“I giocatori non li ho ancora visti. Oggi faremo un allenamento vero e le sensazioni sulle loro condizioni le avrò solo oggi. Poi mi diranno come si sentono e deciderò. Pur giocando contro una squadra chiusa siamo usciti con grande autorità. Questo pallone invernale mi lascia qualche perplessità”. 

Sui calciatori impiegati e sui gol che mancano su palle inattive.
“Le soluzioni sulle palle inattive sono le stesse che hanno permesso all’Empoli di andare in gol durante il campionato. Quest’anno siamo andati vicino al gol con Albiol contro la Fiorentina e con Insigne nell’ultima partita. Cerchiamo soluzioni diverse per le caratteristiche dei giocatori. In campionato i giocatori entreranno poco

La situazione di Strinic.
“Ha fatto fatica a inserirsi nel nostro modo di pensare. E’ in crescita e mi è sembrato giusto fargli capire che se continua a crescere ci sarà spazio anche per lui”

Sulla consapevolezza dello spogliatoio sulla forza della squadra
“In questo momento si stanno rendendo conto di avere un potenziale ma anche dei difetti, che vanno limati prima e spazzati poi per migliorare e arrivare al 100%. Io lavoro per quello, però poi ci sono delle caratteristiche”

Cosa serve per mantener eil livello di rendimento raggiunto.
“Serve non avere un calo mentale, che è devastante più di un calo fisico. Bisogna mantenere un grado di concentrazione altissimo già da domani sera che ci aspetta una partita difficilissima contro una squadra ben allenata” 

Su Higuain e la terapia del sorriso
“Noi avanti abbiamo diversi campioni. Higuain è un fuoriclasse. E’ molto sereno e in allenamento con i comapgni ride e scherza. E’ un ragazzo solare al contrario di quanto appare nell’immagine pubblica. Ha fatto grandi cose esprimendodsi secondo me solo al 80-90%

Cosa è cambiato con le medio-piccole dopo la vittoria con il Chievo.
“Quello che conta è la continuità. Con il Chievo è stata una partita di buon livello. Il Napoli ha avuto una buona applicazione contro una squadra fisica.

Sugli obiettivi del Napoli e se chi lo ha criticato ha cambiato idea.
Di fare una grande partita domani sera. Io non riesco a gurdare a giovedì. Maradona è un mio idolo e può dire quello che c…zo vuole io non dirò mai niente”

Sul turn-over e che partita sarà domani
“Partita difficile perchè incontriamo una squadra che sembra aver trovato la quadra. Poi si aggiunge la difficoltà del turno infrasettimanale che è sempre una partita prticolare. Ci aspetta una partita difficile con una squadra forte e un allenatore di ottimo livello”

Ore 14:30 entra Maurizio Sarri. Con il tecnico azzurro anche l’addetto stampa della SSC Napoli Guido Baldari.

Mancano cinque minuti all’inizio della conferenza stampa. La sala stampa del centro sportivo di Castel Volturno inizia a riempirsi. Sono presenti anche il nostro direttore Paolo Del Genio e la nostra editrice Italia Mele. 

Amici lettori e tifosi, siamo in diretta da Castel Volturno per ascoltare le parole del tecnico del Napoli Maurizio Sarri, alla vigilia di Napoli-Palermo, incontro valido per la decima giornata del campionato di Serie A in programma domani 28 ottobre 2015 alle ore 20:45 allo stadio San Paolo.

Inside Articles Bottom

Testata Giornalistica Sportiva.
Direttrice: Rosa Mele
P.Iva: 07533801218
Iscrizione ROC n. 23820 del 16/09/2013

Copyright © 2016 IMele S.r.l. - Tutti i diritti riservati

To Top