Notizie

Sarri in conferenza stampa: “C’e’ un motivo perche’ abbiamo abbandonato il 4-3-3. Spero che Callejon resti”

07273262850e85d1d47ddbb8f23b4916

Il tecnico azzurro ha fatto il punto sul lavoro svolto durante il ritiro in Trentino e sul mercato del Napoli.  12:28 TERMINA LA CONFERENZA STAMPA.

Sull’amichevole di oggi contro il Cittadella.
“Ho detto prima che c’è un pò di stanchezza e per questo stasera probabilmente faremo la peggiore partita di questo inizio di stagione. Ma è normale”.

Sull’eventuale cessione di Ghoulam
“Ghoulam è il solo esterno sinistro che ho a disposizione visto l’infortunio si Strinic. Ha grandi qualità ma deve migliorare in fase difensiva ma è ancora giovane. Mi dispiacerebbe se dovesse partire perchè ha grandi potenzialità e ampi margini di crescita per diventare un ottimo giocatore”

Su De Laurentiis e i tifosi del Napoli.
“Le problematiche sul mio contratto erano relative non alla mia persona ma al mio staff. Il presidente è una persona intelligente dalla grande personalità per questo non una persona facile. Ci saranno litigate ma alla fine si andrà avanti bene, quando alla base c’è l’intelligenza. Mi avevano detto cose favolose sui tifosi, ma fare allenamenti a 1.000 Km da Napoli e avere tanti tifosi ti da emozione e responsabilità. L’impatto con i napletani è stato eccezionale ma i risultati possono cambiare le cose”

Sulla possibilità di cambiare mentalità tra campionato ed Europa League
“Posso dire la verità? E’ una bella cazzata. Se la squadra ha una certa fisionomia non la si può cambiare in tre giorni. Magari si può fare qualche piccolo accorgimento”

Sul calendario.
“Le mie squadre hanno difficoltà fino a ottobre per poi giocare partite di grande livello. Speriamo di raggiungere un concetto di squadra il più velocemente possibile”

Sulle tournèè in giro per il mondo
“Io penso che nessun allenatore sia contento di queste tournèe ma solo subiscono obblighi contrattuali. Noi abbiamo scelto la normalità”

La risposta al nostro direttore Paolo Del Genio sulla fase passiva che va integrata dai centrocampisti e sul cambio di modulo dal 4-3-3 al 4-3-2-1
“Dipende dalle problematiche che incontrerà la squadra e dalla voglia che metterà la squadra. se ci saranno dei problemi troveremo una soluzione. Si parte con l’idea di condurre le partite, ma poi gli svolgimenti possono non essere in linea con quanto preparato e bisognerà trovare una soluzione in corsa. Il 4-3-3 lo abbiamo abbandonato perchè non eravamo convinti nè io nè la squadra perchè perdevamo diversi metri di baricentro”.

Sul centro sportivo di Dimaro
“Ottimo l’ambiente e il terreno di gioco. Ci siamo trovati benissimo ma sarebbe importante avere un altro campo a disposizione. Ma va bene così”

Sul nuovo ruolo di Hamsik.
“Mi dispiace che questi problemi tendinosi non complicati gli hanno fatto perdere giorni di allenamento” 

Su Callejon
“E’ un giocatore determinante. si è messo a completa disposizione. Si è innamorato di questo nuovo ruolo in campo e ha fatto passi avanti. Sono contentissimo del lavoro fatto in questi giorni. Vorrei che rimanesse e lui è convinto di rimanere”

Su Insigne e Chiriches
“Lorenzo è un talentuoso che può creare problemi agli avversari. per giudicarlo bisogna aspettare qualche partita più difficile. Su Chiriches non posso dare ancora un giudizio perchè l’ho visto solo mezza partita. Non so se ha già le caratteristiche adeguate al nostro modo di giocare. Valuterò nelle prossime settimane”

Sulla fase difensiva
“Il secondo gol contro il Feralpi non lo considero perchè è arrivato quando abbiamo cambiato 11 uomini. Sul primo gol abbiamo commesso degli errori. Ma bisogna ricordare che prima si giocava a uomo e per passare a un nuovo sistema ci vuole tempo. Su Allan dico che la preparazione differente fatta rispetto agli altri gli ha dato più resistenza ma meno brillantezza. Ha quantità e qualità difensiva e grande corsa. Ci potrà consentire di giocare con tre calciatori offensivi nel mezzo”.

Sull’equilibrio della squadra.
La ricerca dell’equilibrio investe tanti ruoli e qualche progresso lo abbiamo fatto ma dobbiamo migliorare. Difficile far cambiare modo di pensare a un calciatore in pochi giorni. Ci vuole tempo.

Sul mercato del Napoli.

Io non ho mai chiesto nessun calciatore in particolare. Abbiamo solo parlato di caratteristiche ma mai di nomi. La squadra deve crescere in mentalità e personalità: Contro l’Empoli ho visto la Juventus scendere in campo come se dovesse giocare contro il Bayern di Monaco, mentre le altre ci hanno un pò snobbato. Ecco bisogna crescere anche sotto questo aspetto”.

Cosa può dare Higuain a questa squadra.

“Higuain può dare quello che possono dare tutti i fuoriclasse. Può risolvere una partita da solo. E’ una grande risorsa, faccio fatica avederlo come un problema”.

“Sono soddisfatto dell’approccio della squadra nei confronti dello staff. Si sono messi a disposizione dello staff. negli ultimi giorni è affiorata un pò di stanchezza ma è normale. Sono soddisfatto del lavoro ma soprattutto dell’approccio umile dei calciatori. Higuain è un ragazzo normalissimo che mi ha sorpreso per le riflessioni che ha fatto. Ragazzo semplice e intelligente”.

12:01 Sarri iniza a rispondere alle domande dei giornalisti.

Siamo in attesa che nel teatro di Dimaro faccia il suo ingresso l’allenatore del Napoli Maurizio Sarri. C’è grande attesa per conoscere il resoconto del tecnico napoletano dopo il lavoro svolto durante questi diciannove giorni di ritiro.

Inside Articles Bottom

Testata Giornalistica Sportiva.
Direttrice: Rosa Mele
P.Iva: 07533801218
Iscrizione ROC n. 23820 del 16/09/2013

Copyright © 2016 IMele S.r.l. - Tutti i diritti riservati

To Top