Avversarie Champions

Sarri: “Vittoria che deve darci entusiasmo, ancora non sono riuscito a far passare i miei meccanismi alla squadra”

d9c4324ed6e97bdad783de2d2bde8d38

Il tecnico del Napoli ha parlato dopo la vittoria contro il Brugge. Maurizio Sarri, allenatore del Napoli, è intervenuto ai microfoni di Sky Sport dopo la vittoria contro il Club Brugge: “Sarebbe stato più bello se le nostre curve non fossero state chiuse. Mi avrebbe fatto piacere ed avrebbe contribuito ad emozioni più forti. Comunque è stato bello esordire con una vittoria. Loro hanno sofferto il caldo, li ho visti molto sotto tono rispetto alle loro partite precedenti. Un mio vecchio allenatore diceva sempre era meglio fare cinque 1-0 che un 5-0. A livello di fiducia e consapevolezza nei propri mezzi è anche importante per i nostri difensori non aver preso gol. Non penso che un modulo ci possa garantire di non prendere gol. Affinché accada serve avere attenzione, intensità e spirito di sacrificio. Questo modulo può garantire un minor dispendio da parte dei centrocampisti laterali ma non ci garantisce nient’altro.”

“Ghoulam è un giocatore di grande qualità, è un ragazzo che sta cercando di migliorare con applicazione la fase difensiva perché aveva qualche problema in questo fondamentale. In fase di spinta è molto bravo ma è anche vero che noi non abbiamo bisogno di fan dissolta spinta da parte dei difensori esterni, al momento ci devono garantire copertura in fase difensiva. Ancora non sono riuscito a far passare i primi meccanismi, figuriamoci i nuovi. La linea difensiva aveva già fatto molto bene ad Empoli solo che in quel caso non c’era stato filtro da parte dei nostri centrocampisti ed era stata messa in situazioni difficili nei primi 25 minuti. Questa sera mi ha soddisfatto molto il filtro dei centrocampisti e la difesa ha dovuto fare meno letture e più chiusure.”

“Spero che questa vittoria ci dia energia, entusiasmo e autostima. La squadra era consapevole che all’interno delle partite mancava continuità perché in ogni partita alternavamo spezzoni di alto livello a spezzoni disastrosi. Comunque c’erano sempre stati momenti di bel gioco. Raramente si può dire “è il Napoli di Sarri” perché in ogni partita possono esserci errori. Se riuscissimo a velocizzare il nostro buon palleggio potremmo dire che è una squadra di Sarri. Perfetti i tempi e i movimenti sullo schema del 3-0 di Mertens, è una situazione che può diventare pericolosa con facilità. L’importante è che questa diventa una squadra che tiri fuori le potenzialità che ha, spesso a far diventare bravi o meno bravi noi sono i giocatori col talento o gli errori che fanno in campo quindi è giusto che questa diventi in parte una squadra di Sarri ma che in gran parte dato che ha talento sarebbe importante farlo tirare fuori. Non ce la farete mai a farmi fare polemica con Maradona perché è e rimane il mio idolo quindi non dirò mai una parola fuori posto su di lui.”

Inside Articles Bottom

Testata Giornalistica Sportiva.
Direttrice: Rosa Mele
P.Iva: 07533801218
Iscrizione ROC n. 23820 del 16/09/2013

Copyright © 2016 IMele S.r.l. - Tutti i diritti riservati

To Top