Scuola di Giornalismo Sportivo

Scuola di giornalismo sportivo. Aprile mese caldo per il Napoli

8d0a6651ec48740a33d5c3efbcc98261

I partecipanti al corso di giornalismo sportivo diretto dal direttore Paolo Del Genio hanno analizzato i prossimi impegni degli azzurri.
Valerio Intermoia

Aprile crocevia fondamentale della stagione del Napoli

La squadra di Benitez ha finito il mese di marzo così come lo aveva iniziato.
Trenta giorni avari di soddisfazioni per i tifosi partenopei con l’unica gioia arrivata in Europa League contro la Dinamo Mosca, valsa l’importante qualificazione ai quarti di finale. In campionato gli azzurri hanno perso terreno rispetto alle dirette concorrenti e, dopo vari risultati altalenanti e l’ultima vittoria risalente al 23 febbraio contro il Sassuolo, ora occupano la quinta posizione in classifica.
Il mese di aprile sarà quello della verità per il Napoli, c’è la possibilità di recuperare il terreno perduto in campionato e fare passi importanti verso la conquista di Coppa Italia ed Europa League. Dopo la pausa per gli incontri delle nazionali si inizia subito con un big match: Roma-Napoli. I giallorossi sono a sei punti di vantaggio e sono ancora al secondo posto nonostante stiano attraversando un periodo molto negativo. La squadra di Garcia ha preso una boccata d’ossigeno con il ritorno alla vittoria domenica a Cesena ma l’ambiente che si respira attorno alla squadra nella capitale non è dei migliori.
L’ultima uscita all’Olimpico ha visto la curva abbandonare la squadra nel primo tempo dopo il 3-0 subito dalla Fiorentina salvo poi tornare per un “colloquio” molto movimentato con la squadra sotto la curva. La Roma vorrà vendicare la gara dell’andata, dove la squadra di Benitez vinse dominando dal primo al novantesimo. Sarà fondamentale per i partenopei accorciare le distanze sui giallorossi se vogliono continuare a sperare in un posto Champions. Il mercoledì successivo al San Paolo arriverà la Lazio per il ritorno della semifinale di Coppa Italia. Dopo l’1-1 dell’andata il Napoli si trova in una posizione di vantaggio e dovrà sfoderare una grande prestazione per eliminare la squadra di Pioli che sta attraversando un grande periodo di forma.
Domenica 12 aprile altro impegno importante per la squadra di Benitez contro la Fiorentina. Gli uomini di Montella stanno disputando un’ottima stagione e sono in lizza per le posizioni che valgono un posto nelle coppe europee della prossima stagione. Dopo l’impegno con i viola, per il Napoli ci sarà l’impegnativa trasferta a Wolfsburg nella quale sarà fondamentale segnare almeno un gol e magari ottenere un risultato positivo per continuare il sogno Europa League, dopo il traguardo dei quarti di finale conquistato dopo 26 anni.
Tra andata e ritorno con i tedeschi c’è la trasferta al Sant’Elia contro il Cagliari di Zeman che dovrà essere un’ulteriore tappa di avvicinamento verso la zona Champions League. Giovedì 23 ci sarà al San Paolo il ritorno contro il Wolfsburg dove i partenopei potrebbero regalare una grande gioia ai tifosi conquistando la semifinale di Europa League. L’intenso mese di aprile si concluderà con lo scontro diretto contro la Sampdoria al San Paolo e la complicata trasferta ad Empoli. È ancora tutto nelle mani della squadra di Benitez, se ci sarà una svolta questa stagione potrà regalare ancora tante soddisfazioni ai tifosi del Napoli.

Marco Salvadori

Aprile di fuoco

Il prossimo mese è decisivo per capire se la squadra di Benitez sarà ancora in corsa su tutti i fronti. L’ultima partita con l’Atalanta ha lasciato non pochi strascichi negativi nell’ambiente del Napoli.La stagione però,è tutt’altro che compromessa.
Se gli azzurri sapranno trovare la continuità giusta nelle prestazioni,nel corso delle prossime settimane,potrebbe esserci un finale di stagione entusiasmante. Dopo la sosta,il campionato riprenderà con un vero e proprio tour de force per gli uomini del tecnico spagnolo,il 4 aprile,nel giorno della vigilia di Pasqua,alle 12.30 in casa della Roma. Gara da non sbagliare,poiché un’eventuale sconfitta del Napoli,porterebbe i giallorossi ad avere un vantaggio di nove punti sui partenopei,che a quel punto difficilmente riuscirebbero a raggiungere il secondo posto occupato proprio dalla Roma.
Quattro giorni dopo,ci sarà poi la semifinale di ritorno della Coppa Italia al San Paolo contro la Lazio.Il Napoli,forte del risultato di 1-1 ottenuto all’andata,cercherà di raggiungere la terza finale in quattro anni della coppa nazionale.La domenica successiva,sempre al San Paolo,alle 15,il Napoli ospiterà la Fiorentina,che come gli azzurri,verrà dalla semifinale di ritorno di Coppa Italia,disputata in questo caso contro la Juventus,e come la squadra di Benitez,è in corsa per un posto in Champions e per la vittoria dell’Europa League.
Il 16 aprile,appunto,riprenderà la seconda competizione europea per club. Il Napoli sarà impegnato per l’andata dei quarti in Germania contro il Wolfsburg.I tedeschi secondi in Bundesliga,sono forse il peggior avversario che potesse uscire dall’urna di Nyon,ma gli azzurri,avendo in panchina un allenatore molto esperto per questi tipi di serate,non partono battuti. La gara di ritorno con i tedeschi si giocherà una settimana dopo e in quel caso ci vorrà al San Paolo l’incitamento del pubblico delle grandi occasioni per spingere il Napoli verso una storica semifinale.
In mezzo,la gara di domenica alle 18 al Sant’Elia,in cui ragazzi di Benitez affronteranno il Cagliari che ha ritrovato Zeman sulla sua panchina.Il Napoli chiuderà questo caldissimo mese di aprile con le gare contro la Sampdoria,di domenica 26 alle ore 20.45,al San Paolo e quattro giorni dopo,nel turno infrasettimanale,sempre alle 20.45,ad Empoli.

Luca Salvadori

NAPOLI: “IL MOMENTO DELLA VERITÀ”

Il campionato si ferma per la sosta delle nazionali. Il Napoli avrà modo di recuperare le forze in vista dei tanti impegni previsti da qui al termine della stagione, consentendo il definitivo reintrego di Insigne e Zuniga tra i disponibili per la prossima gara.
Il loro apporto sarà sicuramente fondamentale in un momento determinante come questo. Da ritrovare quell’ equilibrio che ha portato la squadra ad occupare fino a qualche fa settimana il terzo posto, ad una manciata di punti dal secondo e con un grosso margine di distacco dalle dirette inseguitrici. Sono arrivate le sconfitte contro Palermo, Torino e Verona. Nel mezzo il pareggio contro l’Inter e in ultima battuta quello di Domenica con l’Atalanta. Ora davanti agli azzurri ci sono la Roma seconda a +6, Lazio terza a +5, Sampdoria quarta con un solo punto di vantaggio e la Fiorentina subito alle spalle. Giochi riaperti e lotta per la conquista dei due posti Champions, ancora più agguerrita.
Dopo la sosta si riprende subito il 4 Aprile contro la Roma all’Olimpico in un match, che potrebbe portare gli azzurri di Benitez a -3 dai giallorossi in caso di vittoria. L’8 Aprile al San Paolo arriva la Lazio per la semifinale di ritorno di Coppa Italia. Il Napoli forte del risultato dell’andata potrebbe conquistare la finale. Dopo solo quattro giorni, arriva la Fiorentina a Fuorigrotta. Una vittoria contro la compagine di Montella, rilancerebbe il Napoli in ottica qualificazione e potrebbe far perdere ai viola ogni pretesa sulla zona Champions. Sempre ad Aprile, ci sarà il doppio impegno di Europa League contro i tedeschi del Wolfsburg.
Andata il 16 Aprile in Germania e ritorno il 23 Aprile al San Paolo. Gara fondamentale, che potrebbe portare il Napoli dritto nella semifinale di una competizione europea che manca alla società partenopea da quasi un trentennio. In questo tour de force da segnalare gli impegni con Cagliari il 19 Aprile ed Empoli il 29 Aprile. Ultima chiamata sarà lo scontro con la Sampdoria il 26 Aprile al San Paolo. Partite che, se giocate al massimo dell’attenzione e con la giusta cattiveria, potrebbero dare in queste otto gare il secondo o terzo posto in campionato agli azzurri , un’altra finale di Coppa Italia e le semifinali di Europa League.

Francesco Natalino

Il momento topico della stagione è arrivato per il Napoli. Sarà un mese fondamentale per gli azzurri, diverse partite ostiche aspettano il Napoli. Il primo mach fondamentale sarà all’olimpico contro la Roma che attraversa anch’essi un momento negativo.
Un’altra capitolina sarà d’ostacolo al Napoli per la corsa alla finale di coppa Italia, i biancocelesti attraversano un momento di forma strepitoso. Subito dopo la coppa Italia sarà nuovamente campionato contro la Fiorentina altro avversario in forma, in settimana sarà Europa league, gli azzurri se la vedranno con il wolfsburg una delle squadre favorite per la vittoria della competizione. Il Cagliari di Zeman attenderà il Napoli in campionato al Sant’Elia e nella stessa settimana ci sarà il ritorno di Europa league al San Paolo decisivo per il cammino europeo. Il mese si chiuderà con due mach di campionato contro Sampdoria e Empoli due squadre che stanno avendo un ottimo rendimento.

Tommaso Allocca

NAPOLI :APRILE MESE DELLA VERITA’

Il mese di Aprile sarà il mese decisivo per il Napoli. Dopo aver perso terreno in campionato ai danni delle dirette inseguitrici (Lazio su tutte, vincente da sei turni consecutivi, ndr) ed aver totalizzato un magrissimo bottino di 5 punti nelle ultime sei gare, la squadra dovrà invertire l’ultimo trend se vorrà raggiungere la qualificazione in Champions League, sfumatale al preliminare l’anno scorso.
Giocando ogni tre giorni, in lizza ancora su tre fronti non mancheranno i banchi di prova per gli azzurri che dovranno affrontare sfide per nulla semplici, ma al di là delle avversarie ci sarà da sconfiggere o quantomeno limitare la discontinuità di gioco e di risultati palesata finora nella gestione tecnica di Benitez. Probante subito il lunch match di Sabato 4 Aprile, all’Olimpico di Roma contro i giallorossi per verificare se la sosta delle Nazionali avrà dato effetti benefici; d’obbligo sarà almeno non perdere per restare agganciati al treno Europa. Il Mercoledi seguente possibilità di raggiungere la Finale di Coppa Italia,uno dei tre obiettivi stagionali. Teatro sarà lo stadio San Paolo dove si disputerà la semifinale Napoli-Lazio dopo l’ 1-1 dell’andata.
Domenica 12, in casa alle ore 15 scontro diretto contro la Fiorentina, che viaggia a vele spiegate e sembra non aver patito in alcun modo la partenza di Cuadrado a Gennaio. Il Giovedi seguente prevista in Germania una impegnativa trasferta contro il Wolfsburg, squadra che ha da poco eliminato L’ Inter di Mancini dall’Europa League ed è seconda in campionato, dietro al Bayern Monaco. Il programma fittissimo dopo solo tre giorni presenterà ancora una trasferta, questa volta in terra sarda , a Cagliari, contro la squadra allenata dal boemo Zeman che sarà probabilmente in piena lotta per la salvezza e venderà cara la pelle. Storicamente questo tipo di gare presenta sempre non poche insidie alla squadra partenopea.
Giovedi 23 è la data del ritorno dei Quarti di finale per accedere alla semifinale anche nell’altra competizione, l’Europa League, che consentirà solo al detentore da quest’anno di accedere direttamente alla Champions League. Tre giorni dopo sotto con il campionato, ci sarà un altro scontro diretto, la Sampdoria di Sinisa Mihajlovic farà visita al Napoli, poi tre giorni dopo si affronterà l’Empoli fuori casa, rivelazione senza dubbio di questo campionato. Cammino complesso per il Napoli, reso più arduo dagli ultimi risultati negativi conseguiti e dalle prestazioni non all’altezza di un mese fa mostrate. Il tempo dirà e chiarirà molte cose sul futuro del Napoli. Difficile ma non impossibile sembra raggiungere qualche obiettivo, i margini ci sono, l’allenatore ed il valore tecnico della rosa inducono ad un cauto ottimismo.

Fabio Cotone

Tutto in un mese: Aprile di fuoco per il Napoli

Il marzo terribile del Napoli presenta un bilancio di 2 punti in 4 gare, che sono costati l’uscita dalla Zona-Champions, ora distante 5 punti. Appare dunque provvidenziale la sosta imposta dagli impegni delle Nazionali. Alla ripartenza, il Napoli è atteso da un Aprile fittissimo di impegni (8 gare in 25 giorni). Al rientro in campionato, gli azzurri faranno visita alla Roma. Una sconfitta complicherebbe fortemente le ambizioni del Napoli, mentre una vittoria ne rilancerebbe la candidatura anche per la seconda piazza.
Nel match successivo, gli uomini di Benitez riceveranno al San Paolo, per il ritorno della semifinale di Coppa Italia, proprio quella Lazio che occupa ora la terza posizione. Il Napoli parte da un risultato positivo, ma dovrà cercare di pungere l’avversario, senza prestarsi alle scorribande di Felipe Anderson e compagni. In caso di qualificazione, il Napoli accederebbe per la prima volta nella sua storia alla seconda finale consecutiva di Coppa Italia. Tre giorni dopo, gli azzurri si ritufferanno in campionato, trovando di fronte la Fiorentina di quel Vincenzo Montella di cui si parla come papabile sostituto di Benitez, nel caso in cui il tecnico spagnolo dovesse lasciare Napoli.
Ancora uno scontro diretto per l’Europa, contro una squadra che esprime un ottimo calcio, ma con una difesa non imperforabile. E’ il 16 aprile il giorno in cui Benitez e i suoi si presenteranno alla Volkswagen-Arena, dove affronteranno il Wolfsburg per la gara d’andata dei quarti di finale di Europa League. Tra le fila tedesche, ottime individualità come De Bruyne (compagno in Nazionale di Mertens), Dost, Schurrle, Luiz Gustavo (andato a segno nell’amichevole Francia-Brasile). I teutonici sono un avversario decisamente duro che condivide col Napoli una fase offensiva molto importante ed una di non possesso che non sempre ha funzionato al meglio. Sette giorni dopo ci sarà il match di ritorno per il quale è lecito attendersi un San Paolo infuocato.
Tra i due incontri europei, il Napoli andrà a Cagliari con l’obbligo dei tre punti, nonostante i sardi siano tutt’altro che rassegnati a retrocedere, dopo il ritorno di Zeman in panchina. La settimana successiva, Gabbiadini ritroverà al San Paolo i suoi ex compagni della Sampdoria. Partita ricca di insidie, ma che il Napoli dovrà fare sua per nutrire le sue ambizioni da podio. I blucerchiati non hanno una panchina lunga e quindi molto dipenderà dalla condizione dei suoi tre avanti Muriel, Eto’o, Eder, nome nuovo della Nazionale del CT Conte. Il mese si chiude con la trasferta di Empoli, dove il Napoli spera di incontrare una squadra vicina alla salvezza, ma desiderosa di continuare a stupire, come ha fatto finora sotto la guida operaia ed illuminata del tecnico Sarri.
Il Napoli si gioca gran parte della propria stagione in questo ciclo infernale. Dalla possibilità di essere in semifinale di Europa League, finale di Coppa Italia e in corsa per il secondo posto alla spettro di rimanere tagliato fuori da ogni obiettivo. Saranno decisive la condizione fisica, la compattezza dell’ambiente e il contributo di tutti, visti la frequenza e il tasso di difficoltà delle partite che attendono gli azzurri nel prossimo mese. Tutto è possibile. Dentro o fuori.

Mauro Guerrera

Aprile un mese d’importanza “Capitale” per il Napoli

In appena trenta giorni, il Napoli è passato da un possibile secondo posto a una preoccupante quinta posizione in classifica, complicando non poco il suo cammino in campionato. Dopo la sosta per le nazionali, la Serie A avrà archiviato le partite di marzo per iniziare quelle di aprile.
Per gli azzurri il prossimo mese sarà ricco di scontri diretti. Infatti dovrà affrontare il 4 la Roma all’Olimpico, il 12 la Fiorentina al San Paolo, il 19 il Cagliari in trasferta, quindi il 26 la Sampdoria ancora al San Paolo, per chiudere a Empoli contro la sorpresa del campionato. Vincere queste sfide potrebbe dare lo slancio
definitivo per conquistare l’accesso alla prossima Champions League.
Ma aprile è anche il mese che vedrà il Napoli impegnato nelle coppe. Si parte mercoledì 8 con la semifinale di ritorno della Coppa Italia contro la Lazio al San Paolo. L’1-1 dell’andata offre al Napoli un piccolo vantaggio, anche se la qualificazione alla finale è decisamente in bilico considerando lo stato di forma dei capitolini biancocelesti. Giovedì 16 e giovedì 23, sono in programma i quarti di finale dell’Europa League contro il Wolfsburg.
Il ritorno tra le mura amiche, potrebbe aiutare il Napoli a proseguire la sua cavalcata verso la finalissima di Varsavia. Benitez sostiene che aprile è il mese in cui si semina ciò che si raccoglie a maggio. Iniziare contro le due squadre della Capitale, è un segno del destino che indica proprio quanto sia importante il prossimo mese per il futuro del Napoli

Inside Articles Bottom

Testata Giornalistica Sportiva.
Direttrice: Rosa Mele
P.Iva: 07533801218
Iscrizione ROC n. 23820 del 16/09/2013

Copyright © 2016 IMele S.r.l. - Tutti i diritti riservati

To Top