Scuola di Giornalismo Sportivo

Scuola di giornalismo sportivo. Articoli dei partecipanti

68a79b34613bd5d20e47f4b496ecd8b8

In questa sezione pubblicheremo tutti gli articoli di coloro che stanno partecipando al Corso di Giornalismo Sportivo diretto da Paolo Del Genio. Mauro Guerrera

L’emittente è Canale 8. La trasmissione è “A tutto Campo”. Il conduttore è il noto giornalista Paolo del Genio. Tre gli appuntamenti settimanali il lunedì, il mercoledì e il venerdì, sempre alle ore 20. “A tutto campo” è una trasmissione dedicata agli avvenimenti della squadra del Napoli. Il conduttore e giornalista Paolo Del Genio risponde in diretta alle domande che i tifosi fanno o telefonicamente o via web. Nella puntata di “A tutto campo” di lunedì stati tanti gli argomenti proposti dai telespettatori, ai quali il conduttore ha risposto con la consueta tranquillità e competenza. La maggior parte delle domande hanno riguardato le trattative di mercato e gli aspetti tattici della vittoria che il Napoli ha ottenuto la domenica prima contro la Lazio. Gli argomenti più scottanti toccati hanno riguardato il mistero Zuniga e l’atteggiamento dei commentatori di Sky nei confronti dei tesserati del Napoli. Ecco i passaggi più importanti della puntata di ieri sera. La situazione di Zuniga: sarà confermato? “Vista la situazione, visto quanto è pagato senza giocare credo proprio che possa restare anche se non capisco perchè non va neanche in panchina e non giochi almeno qualche minuto”. Quali giocatori potrebbero rientrare a Napoli tra quelli che attualmente giocano altrove? “Ci sono tanti ragazzi, alcuni dei quali pronti per la serie A, anche se poi giocare nel Napoli è un altro conto e la società vorrebbe creare una rosa di ventidue giocatori nella quale difficilmente potrebbero trovare spazio. Per Vargas ed El Kaddouri invece una porta potrebbe aprirsi”. Cosa pensi dell’episodio di Mertens con Sky? Una vendetta per il tweet di De Laurentiis su Ilaria D’Amico? “Davvero non capisco, il rigore era netto, si tratta di un atteggiamento provocatorio, nel caso specifico da parte di Mauro, se lo vogliono adottare allora lo facessero con tutti e non solo con il Napoli. D’altro canto Mauro non è la prima volta che assume questi comportamenti”. 

Valerio Intermoia 

Durante la trasmissione “A tutto campo” in onda su Canale 8 ogni lunedì sera, Paolo Del Genio ha risposto alle domande dei telespettatori affrontando diverse questioni che in questi giorni tengono banco in casa Napoli. L’argomento principale emerso dalle telefonate dei tifosi è sicuramente quello riguardo l’atteggiamento poco rispettoso riservato a Dries Mertens ai microfoni di Sky nel post-partita di Napoli-Lazio. Il belga è stato messo sotto torchio dalla conduttrice Ilaria D’Amico e dall’ex calciatore di Napoli e Juventus Massimo Mauro; la regia ha mandato ripetutamente le immagini del contatto evidente tra Cana e il calciatore azzurro e da studio hanno messo in dubbio la legittimità del rigore. Il direttore di 100x100napoli.it la pensa così: “Si tratta di un atteggiamento provocatorio e incomprensibile, se vogliono mantenerlo almeno lo facessero con tutte le squadre, non solo quando si parla del Napoli. Non è la prima volta che Mauro ha questa attitudine nei confronti della squadra di Benitez, mettere in difficoltà un ragazzo che non padroneggia ancora bene la lingua italiana per fargli dire cose da usare contro di lui è una cattiveria.
Napoli-Lazio è stata anche la partita della rinascita di alcuni elementi della rosa dati per probabili partenti dai media nella prossima sessione di mercato: “Con l’inserimento di Behrami e Britos e la fascia di capitano affidata a Lorenzo Insigne, Benitez ha lanciato un ottimo segnale alla squadra. L’allenatore spagnolo ha dimostrato di saper gestire al meglio il gruppo e le forze a propria disposizione.” Rimanendo in tema mercato: “Si parla già di un Hamsik in partenza, ipotesi al momento remota ma che non si può scartare a priori date le imprevedibili logiche del mercato. Altri media riportano un possibile interessamento del Napoli per Isco del Real Madrid, trattativa quasi impossibile, comunque se dovesse arrivare lo spagnolo giocherebbe nei tre dietro Higuaín. Tra i giocatori di proprietà del Napoli che sono attualmente in prestito quello che potrebbe tornare utile alla causa azzurra è Edu Vargas. In ogni caso il cileno deve essere valutato da Benitez prima di decidere se tenerlo o meno.” Vari telespettatori fanno riferimento ad eventuali errori in fase di costruzione della squadra: “I maggiori rimproveri che si possono fare a Bigon e al suo staff riguardano la zona di centrocampo. Già ad agosto bisognava intervenire acquistando almeno un altro elemento. In difesa c’è poco da dire, oggi trovare dei difensori che facciano fare il salto di qualità al reparto è complicato e i vari nomi che sono stati accostati al Napoli in estate poi durante la stagione hanno avuto un rendimento inferiore rispetto a quello di Federico Fernandez”


Michele De Luca

Nella scorsa puntata di “A tutto campo” – appuntamento fisso per i tifosi del Napoli in onda su Canale8 – il conduttore Paolo Del Genio è stato, ancora una volta, chiamato ad esprimersi su quello che sempre più spesso si verifica nelle trasmissioni sportive nazionali: la disparità di trattamento tra i tesserati azzurri e i loro colleghi, soprattutto quelli che indossano divise a strisce. Questa volta è il turno della “coppia” di Sky D’Amico-Mauro. I due puntano Dries Mertens, calciatore del Napoli designato dalla società a presentarsi ai microfoni. La stagione positiva e la splendida rete siglata nel 4-2 alla Lazio passano in secondo piano. Per una serie di motivazioni sconosciute ai più, è il rigore procurato che diventa oggetto di dibattito. La succitata coppia, infatti, non potendo negare l’evidenza delle immagini televisive che testimoniano il netto tocco di Cana su Mertens, punta il dito sulla caduta del calciatore belga. L’esterno azzurro viene accusato di aver esagerato, di essere stato troppo plateale e, per questo, di aver indotto in errore l’arbitro Banti di Livorno. Si succedono così vari tentativi della coppia di estorcere al belga una dichiarazione di colpevolezza, un’ammissione di simulazione di quello che, in realtà, era un rigore evidente. Il tutto mentre Mertens stesso, da pochi mesi in Italia e quindi con scarsa dimestichezza tanto con la nostra lingua quanto con le dinamiche che regolano alcune trasmissioni sportive, pare esterrefatto da quello che accade negli studi Sky (eloquenti le sue espressioni). L’episodio non è passato inosservato. I tifosi azzurri – maggiormente sensibili a queste vicende – non possono esimersi dal chiamare in questione sull’argomento Paolo Del Genio: l’unico giornalista napoletano che della lotta al “potere mediatico” ha fatto una vera e propria crociata. Il conduttore è subito molto deciso ed esprime la sua idea senza mezzi termini. «Se Mauro è un provocatore, faccia il provocatore con tutti. Se invece solamente col Napoli ha questo tipo di atteggiamento, appoggiato dalla D’Amico, non siamo noi ad essere malpensanti ma sono loro che non si comportano in maniera corretta. Io voglio essere smentito da loro quando al prossimo tuffo di Vidal o Tevez avranno lo stesso tipo di atteggiamento». Qualche telespettatore si sente addirittura offeso da quanto accaduto nella trasmissione di Sky. Il conduttore gli mostra massima solidarietà. «Ti senti offeso e hai pienamente ragione. Il giornalista che prende in giro il telespettatore, pensando che il telespettatore sia stupido e stia lì a prendersi qualsiasi cosa dica, non solo sbaglia ma ha un’ intelligenza limitata». Le telefonate sull’argomento si susseguono. Il discorso viene esteso anche alle trasmissioni a carattere regionale. Del Genio, però, preferisce non concentrarsi troppo su di esse, ecco i motivi. «Io attacco le emittenti nazionali perché influiscono di più. Fanno moviole, fanno interviste, hanno addirittura il potere di condizionare il successivo arbitraggio. Se passa il messaggio che Mertens è un simulatore ti rendi conto di quante volte rischiamo di non avere un rigore? È per questo che io vado ad attaccare Sky, Mediaset e Rai quando intervengono sul Napoli nella maniera sbagliata». L’ultima battuta sull’argomento è un invito a tifosi azzurri. «Dico una cosa a tutti i tifosi del Napoli, che sono grandissimi appassionati di calcio: appena finisce la gara del Napoli, guardate le altre partite. Ci sono stupende sfide di calcio inglese o spagnolo. Evitate di guardare questi programmi. Cerchiamo di far arrivare il messaggio che trasmissioni così non ci piacciono e non le guardiamo».

 

Alessandro De Mattia


Il direttore di 100×100 Napoli, Paolo Del Genio, ha condotto come ogni lunedì sera la puntata di “A Tutto Campo “ su canale 8. Tanti i temi e le domande poste al direttore. Ecco una sintesi delle questioni trattate: Cosa pensi dell’episodio di Mertens con Sky? Può essere causato dai rapporti poco idilliaci che De Laurentiis ha con certa stampa? “Davvero non capisco, il rigore era netto. Si tratta di un atteggiamento provocatorio da parte di Mauro. Ma se lo vogliono adottare allora lo facessero con tutti e non solo con il Napoli. D’altro canto Mauro non è la prima volta che assume questi comportamenti..”. La qualità del gioco del Napoli è calata … “Va bene, le prestazioni non saranno straordinarie (a parte la Juventus) ma dire che i gol siano frutto di iniziative individuali e non del gioco di squadra mi pare esagerato”. In tanti anni, da Reja a Mazzarri fino a Benitez, la società non è intervenuta in modo deciso nei reparti in cui c’era più bisogno, come centrocampo e difesa. Perché? Secondo me è un errore della società non aver provato in tutti i modi a rafforzare la rosa sia a centrocampo che in difesa. Tuttavia il mercato dei difensori è diventato molto complicato e trovare giocatori di qualità e alla portata del Napoli non è così scontato. Per il centrocampo invece il Napoli poteva e doveva muoversi meglio. Sono state sprecate delle occasioni interessanti. Quali giocatori potrebbero rientrare a Napoli tra quelli che attualmente giocano altrove? “Ci sono tanti ragazzi pronti per la serie A, anche se poi giocare nel Napoli è un altro conto. La società vorrebbe creare una rosa di ventidue giocatori pronti nella quale difficilmente potrebbero trovare spazio. Per Vargas ed El Kaddouri ci sono buone possibilità”.

Gianfranco Zanfardino

Classico appuntamento con “A TUTTO CAMPO”. Come di consueto, durante la trasmissione, Paolo Del Genio ha risposto ai quesiti e alle curiosità dei telespettatori A proposito di Sky, Mediaset e Rai, in riferimento alla trappola tesa a Mertens, credi che l’abbiano fatto intenzionalmente a causa del “tweet” di De Laurentiis dopo Napoli – Juventus ? Non credo che sia una vendetta per la provocazione di De Laurentiis alla D’amico. Posso dire però che manca, da parte delle trasmissioni Nazionali e dei loro opinionisti, uniformità di comportamenti verso tutte le squadre. In particolare nei confronti del Napoli, a mio avviso, sono scorretti e non agiscono in buona fede. Spero di essere smentito. Secondo te è vero che Higuaìn ha un “feeling” migliore con una punta vera come Pandev e non con Hamsik che limita ed ostruisce il gioco dell’attaccante Argentino ? Prenderei un giocatore che sia in grado di fare gol, giocare spalle alla porta e dialogare nello spazio stretto con Higuaìn. Ti dico anche che sia Mertens che Callejon hanno le caratteristiche giuste per questo tipo di gioco, ma sono stati utilizzati sugli esterni. Comunque sono d’accordo con te Partendo da Reja, passando per Mazzarri, fino ad arrivare al Napoli di Benitez,non siamo mai riusciti a completare l’organico. In tanti anni La società non è intervenuta in modo deciso nei reparti in cui c’era più bisogno, come centrocampo e difesa. Perché? Secondo me è un errore della società non aver provato in tutti i modi a rafforzare la rosa sia a centrocampo che in difesa. Oggettivamente il mercato dei difensori è diventato molto complicato, trovare giocatori di qualità e alla portata del Napoli in quel settore non è così scontato. Per il centrocampo il discorso è diverso. In questo reparto il Napoli poteva e doveva muoversi meglio. Sono state sprecate delle occasioni interessanti.

Marco Salvadori 

Consueto appuntamento del lunedì con “A tutto campo” condotto da Paolo Del Genio.Come sempre il direttore di “100x100napoli” ha affrontato le varie tematiche poste dai telespettatori. Quali giocatori di proprietà del Napoli che adesso giocano in altre squadre potrebbero rientrare nei piani di Benitez? “Credo che giovani come Ciano,Dezi e Izzo siano pronti per la serie A ma non ancora per una squadra del livello del Napoli.Potrebbero esserci invece delle possibilità per Vargas ed El Kaddouri”. Il vergognoso atteggiamento con Mertens su Sky può essere una ripicca per il tweet di De Laurentiis su Ilaria D’Amico? “Il rigore su Mertens è netto pure dalle immagini.Non capisco perché la D’Amico e Mauro cercassero di strappare un’ammissione di colpevolezza,per quella che a loro dire era una simulazione,da parte di Mertens che tra l’altro non ha ancora una grande padronanza dell’italiano e quindi poteva cadere nel loro tranello.Veramente un episodio di una scorrettezza inaudita perché può instillare nell’opinione degli arbitri il pensiero che Mertens sia un simulatore e poi perché quest’atteggiamento di giornalismo provocatorio è tenuto solo con il Napoli”. Non trovi che i gol del Napoli siano frutto di giocate individuali? “Non credo.Penso invece che il Napoli,come con la Juventus,abbia offerto ottime prestazioni fatte di manovre corali”. Ma Higuain non gioca meglio avendo vicino un attaccante come Pandev piuttosto che un giocatore con le caratteristiche di Hamsik? “Io spero che arrivino in avanti altri giocatori capaci di segnare con le caratteristiche di Mertens e Callejon”. Credi che ieri Benitez abbia voluto dare un segnale facendo giocare Britos e Behrami che sono dati per partenti e dando la fascia di capitano ad Insigne? “Si,mi piace molto come il tecnico spagnolo sta gestendo il gruppo”. Zuniga rimarrà anche l’anno prossimo? “Non credo che ci siano squadre disposte a pagare la clausola rescissoria per un giocatore che è stato fermo per così tanto tempo.Non capisco però come mai in questo momento non trovi spazio neanche in panchina come Mesto”. Perché il Napoli non riesce a trovare difensori e centrocampisti all’altezza del Napoli? Purtroppo non è semplice.Per il reparto difensivo non ci sono tanti giocatori forti in giro.Il Napoli non è arrivato a Skrtel perché è un punto fermo del Liverpool e altri difensori come Agger e Astori non mi pare che quest’anno abbiano fatto meglio di Fernandez”. Potrebbe partire Hamsik? “Spero rimanga ma le dinamiche del mercato sono imprevedibili”. Se Isco venisse al Napoli in che ruolo lo vedresti? “Mi sempra improbabile che venga. Comunque lo vedrei bene tra i giocatori dietro la punta”. 

Luca Salvadori

Appuntamento settimanale del lunedì con “A tutto campo” condotto da Paolo Del Genio. Ecco le domande che i telespettatori gli hanno rivolto. Il comportamento tenuto con Mertens su Sky può essere una vendetta per il tweet di De Laurentiis su Ilaria D’Amico? “Non credo. Non capisco perché la D’Amico e Mauro cercassero di far dire a Mertens che aveva simulato andando contro l’evidenza delle immagini. Trovo scorretto che assumano questo atteggiamento scorretto solo con il Napoli”. Tra i giocatori di proprietà del Napoli in giro nelle altre squadre chi potrebbe piacere a Benitez? “Il Napoli ha diversi giovani che possono giocare in serie A ma non sono pronti per giocare a grandi livelli. Discorso diverso invece per Vargas ed El Kaddouri che potrebbero rientrare nei piani di Benitez”. Sono segnali quelli di Benitez visto che ha fatto giocare Britos e Behrami che sono sulla lista dei partenti e che ha dato la fascia di capitano ad Insigne? “Si e trovo che sia un’ottima gestione del gruppo”. Zuniga giocherà nel Napoli l’anno prossimo? “Credo di si considerato che la clausola rescissoria per un giocatore fermo da tempo è molto alta.Trovo strano invece che non trovi ancora spazio in panchina come Mesto”. Perchè il Napoli sbaglia sempre gli acquisti nei reparti di centrocampo e difesa? “Non è facile trovarne. In difesa per esempio in giro ci sono pochi giocatori veramente affidabili”. Hamsik resta? “Spero di si ma nel mercato non si sa mai”. Isco dove si collocherebbe nel Napoli? “Impossibile che venga. Nel caso arrivasse potrebbe giocare dietro la punta”. Secondo te il Napoli trova il gol solo con iniziative personali? “Penso piuttosto che il Napoli invece arrivi spesso al gol con un gioco di squadra”. Vicino Higuain meglio un attaccante come Pandev o un giocatore con le caratteristiche di Hamsik? “Sarebbe importante per il Napoli se arrivassero giocatori bravi nelle finalizzazioni con le capacità tecniche di Mertens e Callejon”. 

Inside Articles Bottom

Testata Giornalistica Sportiva.
Direttrice: Rosa Mele
P.Iva: 07533801218
Iscrizione ROC n. 23820 del 16/09/2013

Copyright © 2016 IMele S.r.l. - Tutti i diritti riservati

To Top