Notizie

Spalletti, lo zar di Russia

c70e4caad551333f287714c86019be7b

Luciano Spalletti è tra i probabili candidati a guidare la panchina azzurra. Il tecnico dopo aver allenato squadre italiane è approdato dal 2009 al 2014 allo Zenit, per lui un’avventura nuova nella fredda Russia dove non sono mancate le vittorie.
 
SPALLETTI CALCIATORE
Come altri suoi colleghi, anche Spalletti ha un passato da calciatore che lo ha portato a giocare tra la Liguria e la Toscana, la sua massima esperienza è stata in Serie C.
 
SPALLETTI ALLENATORE
Se da giocatore Spalletti non ha avuto molta fortuna, non si può dire lo stesso come allenatore.
Nel 1994 esordisce in Serie C1 con l’Empoli, vince la Coppa Italia di Serie C contro il Monza, e ottiene la promozione in Serie B grazie alla vittoria in finale play-off col Como giocata a Modena. Nella stagione 1996-97, gli azzurri neopromossi in B conquistarono la Serie A, nella successiva stagione riesce a salvare la squadra con una giornata di anticipo.
Nel 1998 allenò la Sampdoria e l’anno successivo il Venezia. Nel 2000 approda all’Udinese per poi andare nel 2001 all’Ancona e tornare nuovamente ad Udine nel 2002 dove rimase fino al 2005.
A Udine si fa notare per le sue qualità: alla squadra da un’impronta ben precisa e la Roma decide nel 2005 di ingaggiarlo dopo 5 allenatori diversi.
 
Inizia l’era Spalletti. Nelle prime giornate i risultati non sono molto soddisfacenti ma a dicembre i giallorossi esplodono e iniziano una serie di vittorie, ben 11 consecutive ed è nuovo record in Serie A. Il campionato si conclude con un quinto posto ma diventa secondo quando Milan, Juventus e Fiorentina vengono penalizzate per la questione Calciopoli. Anche l’anno successivo la Roma termina seconda in classifica ma vince la Coppa Italia.
Nel 2007 vince anche la Supercoppa Italiana mentre in Serie A guida la Roma con due record personali: 24 vittorie in campionato e 82 punti in 38 partite che permettono di ottenere nuovamente il secondo posto in classifica. Arriva anche la vittoria della Coppa Italia nel maggio 2008.
Il campionato 2008/2009 non è dei migliori: eliminazione dalla Champions, sesto posto in classifica ed eliminazione anche in Coppa Italia. A settembre 2009 i disaccordi avuti con la società e due sconfitte nelle prime due gare di campionato inducono Spalletti a dimettersi.
Nel dicembre 2009 il tecnico emigra in Russia e inizia una nuova avventura con lo Zenit San Pietroburgo. Anche qui non mancano le soddisfazioni: vince il campionato, la Coppa e la Supercoppa di Russia. Ma poi viene esonerato nel marzo 2014.
 
SPALLETTI ARTEFICE DELLA RINASCITA DI TOTTI
Dopo un periodo altalenante Francesco Totti ritrova la sua forma migliore e realizza ben 26 reti aggiudicandosi la Scarpa d’Oro come miglior marcatore europeo. Tutto ciò è stato grazie anche al modulo utilizzato dal tecnico.
 
IL MODULO DI SPALLETTI
Il tecnico gioca col 4-2-3-1, schema utilizzato anche da Benitez. Tale modulo è offensivo e prevede, principalmente, l’utilizzo delle due ali. Spalletti ci lavora da sempre ed ha ottenuto anche ottimi risultati. Con tale modulo Totti, che è più un trequartista (o seconda punta), si calò nei panni del centravanti arretrato caricandosi sulle spalle le responsabilità di tutta la squadra permettendo così gli inserimenti delle mezze punte che erano alle sue spalle.
Sa dare la giusta carica e integra bene i “nuovi” e i “vecchi”, in più valorizza i giovani dandogli spazio.
Se approdasse a Napoli, Spalletti avrebbe già una squadra pronta per questo modulo, visto che sono due anni che gli azzurri lo hanno metabolizzato, e dunque non servirebbero ulteriori modifiche ma basterebbe solo migliorare la rosa con qualche innesto di qualità.
 
L’eredità che lascerebbe Benitez sarebbe grande e per questo serve un altrettanto grande tecnico e Spalletti, visti i suoi risultati in campo Nazionale e Internazionale, potrebbe essere il profilo giusto per un Napoli vincente.
 
Il prossimo profilo che troverete sulle pagine di 100x100napoli sarà quello di Vincenzo Montella che precederà quello di tutti gli altri candidati alla panchina azzurra.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Inside Articles Bottom

Testata Giornalistica Sportiva.
Direttrice: Rosa Mele
P.Iva: 07533801218
Iscrizione ROC n. 23820 del 16/09/2013

Copyright © 2016 IMele S.r.l. - Tutti i diritti riservati

To Top