Notizie

Tribuna Stampa – Del Genio: “Mi preoccuperei se il progetto del Napoli vacillasse senza la vittoria della Coppa Italia – Sandro? Pezzo da novanta – Insigne? Niente alibi

Consueto appuntamento settimanale con “Tribuna Stampa” in onda su Canale 8. Questi gli argomenti trattati e le dichiarazioni degli ospiti in studio:

 

La puntata si apre discutendo dell’atteggiamento di Benitez nei confronti della squadra:

Rivieccio: Nel dopo gara si è arrabbiato. Io gradirei si arrabbiasse un pò prima. Siamo stanchi di vedere questo Napoli altalenante. E poi mi sembra troppo integralista. Queste le critiche che muovo a Benitez anche se sono nel complesso soddisfatto del tecnico spagnolo.

Ugolini: Credo lui sia consapevole in questa fase si sta giocando la credibilità del suo primo anno in azzurro. E’ evidente certe gare non gli siano piaciute e questo ha generato un pò di nervosismo.

Pedullà: Parlare di Udine adesso non ha senso. Credo che più che denunciare farebbe bene ad auto-denunciarsi.

Caiazza: Premesso il gol dell’Udinese sia stato segnato in fuorigioco, non credo la colpa sia di Benitez. Più che chiedere ai giocatore massimo impegno, cosa deve fare?

Martino: Udine mi sembra lontano anni luce. Questa squadra continua a commettere gli stessi errori e deve ancora crescere. Bene ha fatto il Mister a scuoterla. Mi aspettavo difficoltà maggiori all’inizio e meno problemi verso la fine del campionato, invece è accaduto un pò il contrario.

Giordano: Fatico ad essere cattivo. L’unica partita che conta non è quella di domani ma quella con la Fiorentina. Le altre valutazioni non vanno tratte dalla gara di Udine ma da tutte le partite di questo campionato. C’è ancora bisogno di trovare equilibrio e un paio di pezzi da novanta per avvicinarsi alla Juve.

Del Genio: Inter-Napoli è importante per l’entusiasmo ma se il Napoli crede in Benitez e le difficoltà siano venute fuori per limiti tecnici, mi sembra assurdo legare le valutazioni sul Napoli alla gara di domani o alla finale di Coppa Italia. Se si crede nel progetto, non può il risultato di una finale compromettere ciò in cui si crede. Se si è convinti delle scelte fatte bisogna già pianificare la prossima stagione a prescindere da come finirà l’attuale.

Sui messaggi di Rafa al Presidente De Laurentiis

Pedullà: Non mi piace quando parla di mercato. Certe cose credo le debba dire solo al Presidente, non alla piazza. I prezzi da novanta si prendono, non si spiattellano. Mi sembra troppo frenetico ed ansioso.

Caiazza: Abbiamo sempre detto che il Napoli per migliorare ha bisogno di prendere pezzi da novanta. Del piano B non voglio nemmeno sentirne parlare. Mi auguro la Società tutta abbia le idee già chiare su cosa fare, ma se Benitez e De Laurentiis si parlano tramite Media siamo alla frutta.

Giordano: Benitez dice senza dire. Ha parlato di giovani da inserire e di pezzi da novanta. Ha detto tutto e non ha detto niente.

Martino: Io credo le idee non siano ancora chiare. Non credo ci sia unità di intenti Tra Benitez e De Laurentiis. Se tu pensi di poter competere con la Juventus, bisogna fare un certo tipo di acquisti, non ci piove. Se invece ti accontenti di essere terzo o quarto allora il discorso è diverso.

Del Genio: Sono convinto i pezzi da novanta li si provi a prendere. Il problema è capire se li cedono. Sono estimatore sia di Benitez che di De Laurentiis. Perderei la stima per entrambi se pensassi minimamente i due vadano avanti a messaggini.

Ugolini: Forse la verità sta nel mezzo. Probabilmente i due si parlano ma il Mister ritiene opportuno dare forza alle sue idee lanciando messaggi.

Rivieccio: In settimana è venuta fuori la voce su Allegri. Assurdo mettere in discussione Benitez adesso.

Su Lorenzo Insigne

Rivieccio: Con tutto l’affetto che ho per Lorenzo, li ha fatto un tiro col super tele. Non si può sbagliare quella palla.

Giordano: Insigne è un talento, è cresciuto tanto sotto la guida di Zeman, mi auguro i procuratori parlino meno per il bene del ragazzo. In questa città ogni tanto qualcuno perde la percezione del proprio ruolo.

Del Genio: Le parole di Benitez sul ragazzo non possono che far bene a Lorenzo.  Benitez non gli chiede la luna, un giocatore moderno fa quello che sta facendo Insigne. Sbagliato andare in un’altra direzione e colpevolizzare il sistema di gioco di Benitez. Si commetterebbe l’errore di consegnare alibi a Lorenzo Insigne.

Ugolini: Non creiamo retro pensieri. Il ragazzo deve crescere.

Pedullà: Avete detto tutto voi. Forse suo ragazzo troppe aspettative lo hanno frenato.

Caiazza: Diamogli questa stagione come attenuante. E’ sostanzialmente la prima in serie A da titolare. L’anno prossimo vedremo.

Martino: Il discorso è sempre lo stesso. Vogliamo gente esperta o giovani? Se il Napoli deve essere composto da giovani di valore, allora l’errore di Insigne ci sta e lo dobbiamo accettare.

Su Inter – Napoli

Rivieccio: Da sempre soffriamo lo stadio san Siro. In particolar modo con l’Inter. Anche all’epoca di Maradona.

Ugolini: Partita condizionata dalle assenze. Non ci sarà nemmeno Jonathan nell’Inter.

Del Genio: Avendo visto la gara d’andata, un Napoli super concentrato credo possa vincere la gara. Non perchè Benitez è più bravo di Mazzarri ma per le caratteristiche delle due squadre. Dal punto motivazionale invece il Napoli domani potrebbe avere la peggio vista la sconfitta di stasera del Milan.

Martino: Il Napoli potrebbe avere la testa alla Coppa Italia, ma le motivazioni per la gara di domani in teoria possono essere tante, per la squadra ma anche per il Mister.

Pedullà: Non credo il Napoli possa commettere l’errore di pensare alla Fiorentina. Quella gara ci sarà tra una settimana.

Confronto Mazzarri-Benitez

Pedullà: Sono due storia completamente diverse ma entrambe belle.

Del Genio: Benitez ti da più margini di crescita relativamente alla conoscenza del calcio internazionale. Ma questo non vuol dire che Mazzarri sia stato il miglior tecnico di quel tempo.

Rivieccio: E’ difficile scegliere. Mazzarri ha fatto benissimo con singoli forse ancora più forti di quelli di adesso.

Martino: Il Napoli di Mazzarri è stato il più bello della storia dopo quello di Vinicio e quello di Maradona. Spero Benitez possa fare altrettanto bene.

Caiazza: Mazzarri sul campo è da 8, nei rapporti è da 2.

Pedullà: Con Mazzarri ho rotto i rapporti quando mi disse una bugia del perchè fosse nella capitale. Mi disse che passeggiava col figlio, in realtà doveva incontrare Lotito e De Laurentiis.

Sul Mercato:

Pedullà: Al Napoli piace molto Sandro del Tottenham.

Del genio: Tra Mascherano e Sandro io prendo Sandro. E’ un pezzo da novanta.

Ugolini: Gonalons? Il problema sono i rapporti col Presidente del Lione. Reina al Barcellona? Non mi risulta.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sponsor 2

Ultimi Articoli

Testata Giornalistica Sportiva.
Direttore Responsabile: Rosa Mele
P.Iva: 07533801218
Iscrizione ROC n. 23820 del 16/09/2013
Registrazione al tribunale n. 3751
Email: 100x100napoli@gmail.com

Copyright © 2016 IMele S.r.l. - Tutti i diritti riservati

To Top