Notizie

Valon Behrami: “Dobbiamo crescere vincendo anche fuori casa. Higuain è un grande, dobbiamo farlo sentire importante”

40a37819428fa32ebdab8c0e85ccf038

Da poco è stato intervistato, quello che noi affettuosamente chiamiamo  “Il guerriero”, il centrocampista azzurro Valon Behrami, che ai microfoni di Radio KissKiss Napoli ha dichiarato:

Sei uno di quelli che merita un plauso speciale, per quello che dai alla squadra, alla maglia e al pubblico. Avete quella voglia che hanno anche i tifosi di andare a Roma e riprendere subito la corsa?
Sono tre partite che perdiamo e qui a Napoli negli ultimi anni non è capitato molto spesso, certamente abbiamo la voglia di tornare a fare un risultato positivo, perché ci fa stare bene e lavorare bene. Vogliamo migliorare le cose che abbiamo fatto male.

Cito una tua intervista: dopo la gara di Londra in Champions dicesti che era anche una questione di mentalità, che il gruppo deve crescere. Arsenal, Roma, Juventus e Borussia, lontano dal San Paolo sono arrivate delle sconfitte, è questa la crescita?
Sì, sicuramente fa parte del gradino che ci manca per arrivare ad essere un top club, il lavoro che stiamo facendo lo stiamo facendo per diventarlo, c’è da prendere anche in considerazione che contro il Borussia abbiamo avuto più possesso palla, abbiamo le qualità per arrivare al top ma dobbiamo ancora migliorare.

A Roma ci sono state molte occasioni, le due partite dove il Napoli ha sbagliato partita sono state contro la Juventus e l’Arsenal.
È vero, meritavamo di perdere, sono quelle partite dove può succedere di tutto e purtroppo abbiamo perso. Nelle altre ci sono stati tantissimi episodi dove potevamo vincere.
Partiamo dal campionato. A volte ci si abbatte, ma è chiaro che resta tutto aperto. Siamo ancora all’inizio.
È ancora presto, siamo ancora lontani dagli obiettivi che vogliamo raggiungere. Ci sono tanti scontri diretti al San Paolo e sappiamo che in casa abbiamo una spinta in più, è normale che dobbiamo evitare partite come quelle contro il Parma.

Al San Paolo arriverà l’Arsenal, il “destino” è tutto nelle vostre mani.
Siamo arrivati a un punto del girone paradossale, adesso siamo a 9 punti però purtroppo non abbiamo molto entusiasmo, perché come si è messo il girone è incredibile, anche con 12 punti rischiamo di esser fuori. Comunque l’atmosfera che si crea al San Paolo è incredibile, noi cerchiamo di fare il nostro meglio. Da parte del Marsiglia ci sarà per forza un po’ di orgoglio che li spingerà a vincere. In Europa non penso faccia piacere stare sulla lista nera dei zero punti.

Hai fatto una stagione meravigliosa con Mazzarri, bellissima anche questa, ti trovi bene con il nuovo modulo?
Il modulo conta relativamente al centrocampo dove tu devi correre, Mazzarri e Benitez fanno lavorare diversamente ma entrambi i modi sono sempre efficaci, siamo entrati nella mentalità di avere molto possesso palla con Rafa, mentre con Mazzarri ci concentravamo molto sulla fase difensiva, sono mentalità diverse ma il mio ruolo non cambia molto, devo correre comunque.

Da Cavani a Higuain, due grandi campioni, El Pipita è pericoloso, è un grande campione. Il Napoli è pericolosissimo lì davanti.
I nostri 5 giocatori davanti sono loro che fanno vincere le partite, loro davvero fanno la differenza, Higuain si è inserito velocemente e alla grande e dobbiamo farlo sentire importante perché fa la differenza e mentalmente non deve sentire il peso della responsabilità, perché molto del suo lavoro dipende anche da noi. Ci tengo che lui sia forte mentalmente, non si deve assolutamente preoccupare.


Inside Articles Bottom

Testata Giornalistica Sportiva.
Direttrice: Rosa Mele
P.Iva: 07533801218
Iscrizione ROC n. 23820 del 16/09/2013

Copyright © 2016 IMele S.r.l. - Tutti i diritti riservati

To Top