Notizie

VIDEO – Cori discriminatori? Noi ci ridiamo su. Ecco alcuni tifosi cosa si sono inventati

cb861702a4d0f2a8c73f41c0c4760a8f

La moda dell’anno: i cori anti-Napoli. I tifosi ogni domenica, sugli spalti di qualsiasi stadio, non fanno altro che cantare cori discriminatori, invocando anche l’eruzione del Vesuvio. Il Giudice Sportivo le sanzioni le applica, squalificando i settori da dove provengono tali cori ma sembra non aver nessun riscontro. Infatti anche ieri si sono uditi cori anti-Napoli durante Bologna – Roma, da parte dei tifosi giallorossi. 

La situazione è diventata un po’ pesante, ripetitiva e allora l’emittente radiofonica romana Rete Sport ha lanciato un’originale risposta satirica al fenomeno della discriminazione territoriale: ha deciso di rivisitare le versioni originali di tanti canti incriminati come “Oh Vesuvio lavali per gioco”, “La mamma del laziale ha una sottana”, e tanti altri.
A intonarli sono gli “ultras dell’amore”.

Speriamo che questa iniziativa riporti un po’ di sano tifo negli stadi italiani e che si intonino cori per incitare le proprie squadre del cuore, magari col sorriso.

Inside Articles Bottom

Testata Giornalistica Sportiva.
Direttrice: Rosa Mele
P.Iva: 07533801218
Iscrizione ROC n. 23820 del 16/09/2013

Copyright © 2016 IMele S.r.l. - Tutti i diritti riservati

To Top