Notizie

Wenger: “Il Napoli ha giocato a viso aperto. Non ricordo una partita così bella dei miei”

0bb2d4215d5de184c10e9f50ee1d9553

Onore agli avversari. Arsene Wenger non infierisce. Anzi, ha parole d’elogio per il Napoli di Rafa Benitez. “Hanno sofferto nel primo tempo forse, noi abbiamo tenuto bene il pallone e si sono trovati a inseguirlo per il campo e questo li ha fatto spendere molte energie – ha spiegato – Pero’ non si sono arresi e hanno avuto una buona reazione nella ripresa. Poi, chiaro, nell’ultimo quarto d’ora sono crollati anche fisicamente, ma questo ci sta visto l’andamento della gara. Quando vai sotto di due gol in trasferta nei primi quindici minuti contro un avversario che tiene palla e’ spossante fisicamente”.

 

Però “L’Arsenal ha messo in mostra il meglio di sè. Lo so, il ritorno allo stadio San Paolo sarà durissimo… gli azzurri restano un avversario da rispettare. Sono un’ottima squadra, quando penso tra le pretendenti alla Champions conto anche loro – spiega – Anzi, so bene che al ritorno, al San Paolo, sarà molto dura per noi. Sicuramente si prepareranno al meglio e sarà una bella battaglia”

Frasi di cirostanza? Sembra di no. Anche perché Wenger si dimostra quasi sorpreso dalla prova della sua squadra. Nonostante l’impressionante striscia di vittorie (con questa sono nove di fila) i Gunners hanno giocato ad un livello raramente visto quest’anno.

Onestamente, io non ricordo un primo tempo in cui abbiamo giocato così bene – spiega Wenger che, vale la pena ricordarlo, è al suo posto dal 1997 – Sicuramente non un primo tempo a questi livelli in casa, davanti al nostro pubblico. Gran ritmo, gran movimento, ognuno che lavorava per i compagni e per la squadra, precisione, attenzione, decisione… E’ il calcio che voglio vedere, il calcio che ogni allenatore vorrebbe”.

Nella ripresa l’Arsenal è forse calato un po’. “Mah, diciamo sì che nel secondo tempo abbiamo giocato un po’ con il freno a mano, un po’ per amministrare la gara – dichiara – Ma questo è anche perchè il Napoli ha spinto di più. Comunque anche nella ripresa c’erano occasioni in cui potevamo fare il terzo gol”.

Wenger ha anche sottolineato come in “Champions League” è piu’ facile vedere partite come questa. “La Champions è una competizione diversa – afferma – Il fatto è che la maggior parte delle squadre va in trasferta per giocare, cerca di fare la partita. Così ha fatto anche il Napoli. Gli avversari in Champions sono squadre abituate a giocare e quindi ti permettono anche di esprimere il tuo gioco. Non è come in Premier League dove magari ci sono alcune squadre piccole che vengono qui e si chiudono a riccio. Il Napoli è venuto per giocare, semplicemente noi abbiamo giocato meglio”.

L’Arsenal quindi vola in campionato e in Champions, ma Wenger fa il pompiere. “Preferisco essere cauto – afferma – Però è vero, questa serie di vittorie ci dona sicurezza nei nostri mezzi. E’ logico, a livello personale provo grande soddisfazione e orgoglio per quello che hanno saputo fare i miei ragazzi”.

Fonte: CDS, NSN.IT

Inside Articles Bottom

Testata Giornalistica Sportiva.
Direttrice: Rosa Mele
P.Iva: 07533801218
Iscrizione ROC n. 23820 del 16/09/2013

Copyright © 2016 IMele S.r.l. - Tutti i diritti riservati

To Top