Pagelle

Pescara-Napoli 2-2: le pagelle di 100×100 Napoli

Mezzo passo falso degli azzurri costretti già a inseguire Juventus e Roma. Ma è andata meglio rispetto alla scorsa stagione, quando la squadra di Sarri ha perso la prima a Sassuolo.

Primo tempo da dimenticare, bene nel secondo tempo. Qualche perplessità sulla condizione fisica della squadra. Il Napoli non meritava di vincere ma quel rigore prima assegnato poi trasformato in un fallo sul portiere che a parte Rocchi, arbitro di porta, nessuno ha visto neanche gli opinionisti di Sky…ed è quanto dire.

SARRI: 5 – Approccio alla partita sbagliato come nell’amichevole con l’Herta Berlino. Si salva con i cambi fatti nel secondo tempo. Ma perchè non si vede mai una sostituzione nell’intervallo? Eppure Gabbiadini, Insigne, Allan e Callejon non sono sembrati nella loro migliore serata;

REINA: 6 – Incolpevole sui due gol. Un intervento importante sullo 0-1. Per il resto ha fatto da spettatore;

HYSAJ: 6 – Tanto impegno ma anche tanta confusione, sia in fase difensiva che in quella offensiva. Tra i più attivi della squadra;

ALBIOL: 5,5 – Soffre la giornata negativa di Koulibaly, suo compagno di reparto.

KUOLIBALY: 4 – Fuori posizione in entrambe le azioni del gol. Impreciso e distratto nelle chiusure mai utile in fase di costruzione; forse dopo la chiusura del mercato lui e ilo suo procuratore torneranno a concentrarsi sul Napoli;

GHOULAM: 5 – Lento e sempre prevedibile in fase d’impostazione, poco lucido in fase difensiva. I suoi cross non sono mai stati pericolosi e sempre fuori misura;

ALLAN: 4 – Praticamente non si è mai visto facendo mancare il suo fondamentale dinamismo. Inspiegabilmente resta in campo per tutta la partita;

VALDIFIORI: 5 – Salvato da un bel tiro da fuori area e da una verticalizzazione. Per il resto non ha giustificato il perchè della sua presenza nella rosa di un club ambizioso;

HAMSIK: 6 – Tra i migliori del Napoli. Ogni manovra importante è passata per i suoi piedi. Qualche errore in fase di rifinitura. Può fare meglio appena migliorerà la condizione fisica;

CALLEJON: 5 – Qualche incursione pericolosa ma nulla di più;

GABBIADINI: 5 – Non ha inciso e non è stato un riferimento per i compagni; è anche vero che non ha mai avuto un pallone decente per battere a rete;

INSIGNE: 2 – Per un calciatore da 4,5 milioni di euro di ingaggio l’anno, 5 per un calciatore da 1,5 milioni di ingaggio netti l’anno. Facile prevedere una settimana di silenzio dei suoi procuratori;

MILIK: 6 – Da quando ha preso il posto di Gabbiadini ha dato un contributo alle azioni d’attacco del Napoli, concludendo anche due volte in maniera pericolosa;

MERTENS: 8 – Prende il posto di Insigne porta vivacità, pericolosità e gol, il primo di pregevole fattura;

ZIELINSKI: S.V. – Entrato al posto di Hamsik ha avuto poco tempo per dimostrare le sue qualità;

ARBITRO GIACOMELLI: 4 – Qualche perplessità per almeno un paio di gialli non dati agli abruzzesi. Doppio errore in occasione del rigore prima dato poi non dato al Napoli. Assegna il rigore al Napoli che in realtà avrebbe dovuto essere una punizione a due in area poi, su suggerimento dell’addizionale di porta Rocchi, sbaglia di nuovo convertendo la decisione in un calcio di punizione in favore del Pescara per una presunta carica al portiere che in realtà non c’è mai stata.

Sponsor 4

Comments

comments

Ultimi Articoli

To Top