Notizie

Futuro Remoto: collegamento in diretta con la stazione “Dirigibile Italia” in Artico

La magia di Futuro Remoto a Città della Scienza: gli studenti dialogano con i ricercatori dell’ISAC- CNR che si trovano alle Svalbard presso la stazione artica “Dirigibile Italia”.

Le conseguenze dei cambiamenti climatici in Artico e il loro impatto alle medie latitudini diventano significative giorno dopo giorno e vale la pena di approfondire il tema in incontri con esperti del settore. Futuro Remoto è la piazza ideale per divulgare la scienza e favorire  confronti per raccontare agli studenti esperienze importanti per il presente e per il futuro. Nasce così il talk di Angelo Viola e Francesca Spataro dell’Istituto di Scienze Polari CNR-ISP di Roma (nel video a seguire) con gli studenti di alcune scuole superiori volto proprio a descrivere le attività che i ricercatori del CNR stanno svolgendo alle Svalbard. Sono state illustrate le principali infrastrutture annesse alla stazione come la Climate Change Tower e il laboratorio per lo studio degli aerosol per dare un quadro omogeneo e integrato delle ricerche che riguardano i cambiamenti climatici.  Un’opportunità per i ragazzi di capire i processi e i cambiamenti in corso a livello globale e locale ed allo stesso tempo riflettere su come proteggere e salvaguardare questi ambienti estremamente vulnerabili.

Il momento clou: il collegamento diretto dalla sala Archimede di Città della Scienza con la Stazione Dirigibile Italia in Artico dove i ragazzi hanno potuto interloquire direttamente con i due ricercatori Simonetta Montaguti e Stefano Frassati, che, nella fase di ‘notte polare’ portano avanti la loro missione, ambiziosa e  all’avanguardia nella stazione che fa parte di un villaggio internazionale dove c’è anche una palestra ma si cena abbastanza presto….alle ore 16:30.

 

 

Comments

comments

Commenta

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultimi Articoli

To Top