Notizie

Gli avversari, il Torino di Juric: tra l’inizio di stagione altalenante e l’incognita Belotti

juric

Dopo la sosta per le gare di qualificazione ai Mondiali delle Nazionali, riprende il campionato del Napoli che affronterà domenica alle 18 al Maradona il Torino. 

I granata arrivano alla sfida con il Napoli dopo la sconfitta ottenuta nel derby contro la Juventus ed un inizio di stagione piuttosto altalenante. Fino ad ora, infatti, il Torino ha ottenuto due vittorie, due pareggi e tre sconfitte.

Se da una parte i risultati non indicano ancora con precisione il percorso intrapreso dalla squadra granata, dall’altra con l’arrivo di Juric in panchina il Toro sembra acquistare consapevolezza partita dopo partita.

L’ex allenatore del Verona sembra aver dato un preciso ordine tattico alla propria squadra che, come negli anni scorsi, continua a schierarsi con una difesa a 3 ma con un centrocampo a 4 e con 2 trequartisti dietro la punta. Il 3-4-2-1 granata resta tale soprattutto in fase offensiva mentre in fase difensiva gli esterni di centrocampo affiancano contemporaneamente o in alternanza i 3 centrali.

Il Torino allenato da Juric è una squadra che utilizza inoltre un pressing piuttosto alto il cui obiettivo è quello di recuperare subito il pallone agli avversari. I granata si caratterizzano anche per un gioco piuttosto falloso fatto anche da diversi interventi ostruzionistici.

La curiosità più grande legata a questa partita è la presenza di Andrea Belotti. Il Toro, infatti, ritrova il suo calciatore più importante dopo esserne stato orfano per tutto l’inizio di stagione. In questo sarà interessante vedere in primis se partirà dall’inizio e successivamente come Juric cercherà di metterlo a proprio agio considerate le differenti caratteristiche rispetto agli altri attaccanti granata.

Comments

comments

Commenta

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultimi Articoli

To Top