Notizie

Gli avversari. L’Udinese ha uno dei peggiori attacchi del campionato, ma la difesa è solida

Nella 17° giornata del campionato di Serie A il Napoli affronta l’Udinese alla Dacia Arena domenica 10 gennaio alle ore 15:00.

L’Udinese non attraversa un bel momento con l’allenatore Gotti messo in discussione dopo cinque gare senza vittorie e una classifica per niente tranquilla.

I friulani con una gara in meno da recuperare contro l’Atalanta, attualmente sono al 13° posto con 16 punti a +4 sulla zona retrocessione.

In totale l’Udinese in 15 partite ha ottenuto 4 vittorie (2 in casa con Parma e Genoa), 4 pareggi (1 in casa con il Crotone) e 7 sconfitte (4 in casa con Spezia, Roma, Milan e Benevento).

L’Udinese ha il 16° attacco del campionato con 17 gol (appena 5 in casa). E’ la 7° difesa con 23 gol al passivo (9 in casa) davanti anche a Roma e Lazio.

In casa l’Udinese in questa stagione ha giocato anche due gare di Coppa Italia battendo il Vicenza 3-1 e perdendo ai supplementari 0-1 con la Fiorentina.

L’Udinese è allenata dal 53enne Luca Gotti che nel novembre 2019 ha sostituito l’esonerato Tudor.

Il modulo preferito è il 3-5-2 con i tre centrali di difesa bloccati sulla linea difensiva e che si spingono in avanti solo sulle azioni d’angolo.

Il punto di forza della squadra è il centrocampo che abbina al dinamismo la tecnica di alcuni calciatori di qualità come Pereyra e soprattutto De Paul.

L’attacco è invece l’anello debole della squadra soprattutto in casa come testimoniano i soli 5 gol segnati tra le mura amiche.

Baricentro alto e pressing ‘feroce’ sui portatoti di palla avversari per poi colpire in ripartenza. L’Udinese però non copre bene il campo in ampiezza e si lascia superare spesso dalle infilate degli attaccanti e dei centrocampisti avversari. Squadra lenta a carburare è particolarmente vulnerabile nei primi tempi mentre alza la sua pericolosità nella seconda frazione di gioco.

Le tante assenze condizionano le scelte di mister Gotti che con il Napoli avrà a disposizione solo due attaccanti di ruolo anche se recupera Mandragora. La formazione iniziale però potrebbe essere condizionata dal recupero o meno di Deulofeu. Nel caso lo spagnolo non dovesse giocare Pereyra affiancherebbe Lasagna in attacco e a centrocampo verrebbe schierato il tedesco Arslan.

Questa la probabile formazione che potrebbe affrontare domani il Napoli.

Comments

comments

Commenta

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultimi Articoli

To Top