Primo Piano

Spalletti: “Uomini forti, destini forti.” Zielinski: “Farò meglio in questa stagione.” Politano: “Dispiace non avere contatti con i tifosi”

spalletti

Luciano Spalletti, Matteo Politano e Piotr Zielinski incontrano i tifosi a Piazza Madonna della Pace a Dimaro. La diretta dell’evento.

L’evento si chiude con i tre che intonano con i tifosi in piazza “Sarò con te…”

Ultima per Spalletti: “Quale sarà il destino del Napoli? Rispondo con ‘Uomini forti, destini forti.’

Ancora per Spalletti: “Come terzino se va bene Doku e se l’organico va bene per il mio tipo di gioco? Bisogna comporre una rosa con il numero di giocatori che ho detto prima; è chiaro che dare un po’ ascolto alle qualità dei calciatori è da mettere insieme all’idea di calcio che si ha senza snaturare i campioni che uno ha a disposizione. Se le qualità sono espresse in un contesto di squadra si va ad acchiappare il massimo.”

Si torna con Spalletti: “Koulibaly incedibile? Se c’è possibilità di incatenarmi da qualche parte, lo faccio per trattenerlo (ride, ndr).”

Per Zielinski: “Quali giocatori della Polonia vedo bene nel Napoli? Ci sono tanti giocatori forti in nazionale ma non è da me dire chi ci può stare nel Napoli.”

Per Spalletti: “Cosa ho provato quando è venuto a Napoli? Io sono fortunato con questo lavoro. Una qualità in più ce l’hanno i napoletani, io nutro fiducia per questo allenando il Napoli. Poi ogni volta ho trovato un’ospitalità incredibile da parte dei napoletani e ho trovato spazi culturali e qualità in tutti i settori. Io sono sul divano di casa mia a Napoli.”

Altra domanda per Spalletti: “Salto di qualità per la squadra? Un po’ di cazzimma la dobbiamo tenere. Con Zielinski ci siamo scambiati i punti di vista, mi ha confermato che siamo una squadra forte ed ora non può scendere al di sotto di questo. Ci si aspetta che tutte le volte esprima il suo marchio. Personalità? È ancora presto per dire se si possono fare avanti o se manca qualcosa ma è chiaro che fare andare a braccetto qualità fisiche e psicologiche diventa fondamentale in rapporto all’ambiente di lavoro.

Si torna con Politano: “Se parto titolare? Decide il mister.”

Di nuovo per Spalletti: “in vista della Coppa d’Africa e di come Lozano e Mertens torneranno, se sto considerando di bloccare delle cessioni? Questa è una considerazione corretta, per il mercato è meglio se ci fosse stato Giuntoli e ne parla lui. Dal punto di vista mio, torno a dire quello che ho detto: con tre competizioni ci deve essere un gruppo di 20 giocatori e 3 portieri. Altrimenti si può andare in difficoltà e può fare la differenza per raggiungere il traguardo.”

Domanda per Zielinski: “Ruolo a centrocampo? Gioco bene in tutti i ruoli, non ho difficoltà e sarà il mister a decidere dove giocherò.”

Ancora per Spalletti: “Se non sai gestire le emozioni non sai gestire le vittorie. Non si può vincere sempre nel calcio e le sconfitte aiutano a crescere. Si va ad analizzare quello che non è avvenuto in caso di sconfitta, dato che non si può tornare indietro.”

Domanda per Politano: “Se Insigne mi ha insegnato il tiro a giro? No se lo tiene per lui (ride, ndr). Ritorno su quanto detto prima, ci dispiace non avere molti contatti con voi per via della situazione che stiamo vivendo.”

Un tifoso si sofferma sulla distanza della squadra verso i tifosi. Risponde Lombardo: “siamo stati la squadra con più turni per autografi e incontri negli anni scorsi. Ora ci sono dei protocolli che devono essere rispettati, ci sono dei momenti in cui non si possono fare. Quando sarà raddoppieremo gli sforzi. Diremo anche ai giocatori di salutare di più.”

Interviene Spalletti: “Noi salutiamo i tifosi, ci sono squadre che sono già in bolla e se succede salteremmo alcuni giorni. A noi dispiace che non ci siano contatti con i tifosi.”

A Spalletti la domanda sulla situazione di Insigne. “Che idea mi sto creando? Prima si devono incontrare per parlare di situazione; due personalità così quando si parleranno troveranno un punto da dove partire. Dobbiamo aspettare che si incontrano e poi sentire cosa si dicono. Non cominciano a fare troppi discorsi. Non ci sono problemi, si sono dati un appuntamento e si parleranno. Ottimismo e pessimismo dipendono da quello che tu ti racconti.”

Per Zielinski: “L’exploit della scorsa stagione? Io avevo Hamsik e per me è stato un onore giocare con lui e ho imparato tanto. Ho comunque margini di miglioramento e devo fare più gol e più assist per aiutare la squadra.

Di nuovo per il mister: “Caratteristiche di Elmas? Lui sa fare molte cose, basta metterlo in un ruolo, lui codifica e lo fa bene. Abbiamo davanti qualcosa di veramente eccezionale. Forse si basa troppo sulle sue capacità di corsa e resistenza e così perde un po’ di vista qualche cosa che può fare in più. Lui è importante e ci darà una mano. Lo vedo bene. Per fare una partita da campione ci vogliono 90 minuti vicino al pallone e alla squadra e lui ha entrambi.”

Domanda a Politano: “Cosa ci sta trasmettendo Spalletti? Io già lo conoscevo dai tempi dell’Inter, si tratta di giocare sempre con il pallone. Se mi sono sentito con Insigne e Di Lorenzo dopo l’Europeo? Hanno fatto un europeo fantastico e mi sento con entrambi tutti i giorni, siamo contenti di loro.

Di nuovo per Spalletti: “Se ci ho pensato bene con il presidente De Laurentiis? Se si hanno calciatori forti e deboli, si fanno meno risultati. Più calciatori forti abbiamo più risultati si fanno.

Domanda per Politano: “Una promessa: metticela tutta per andare ai mondiali, noi siamo con te.” L’azzurro ringrazia.

Si ritorna su Zielinski: “Ti senti pronto a guidare la squadra? Mi sento pronto a guidare la squadra e a regalare a noi e a voi il sogno, farò tutto il possibile per vincere e raggiungere quell’obiettivo.”

Per Spalletti: “La cura maniacale è una sua prerogativa? Dobbiamo farla finita con la partita contro il Verona, portarsela dietro vuol dire dargli ancora più forza. Le partite passano per poi non passare più. Meglio che lo abbiano chiaro i calciatori. Ora è il momento, ci dobbiamo divertire ora.

Sui tipi di allenamento, ho quasi tutti i difensori centrali e manca solo uno nel reparto di difesa e si può andare a rinforzare li. Soprattutto davanti mancano diversi calciatori e si lavorerà lì quando ci raggiungeranno gli altri a Castel di Sangro.”

Zielinski sui tifosi: “Abbiamo sentito la vostra mancanza allo stadio e spero che tornerete in questa stagione.”

Per Politano sugli obiettivi: “Sicuramente l’obiettivo è da tornare tra le prime quattro, poi ci sono Europa League e Coppa Italia. Puntiamo a tutte e tre le competizioni”

Si prosegue con Spalletti: “Come evitare le perdite di tempo? Ascoltare i dialoghi tra arbitro e Var? Non lo so se darebbe ulteriori difficoltà per mettere a posto le situazioni. Quello che interessa è il tempo effettivo, anche con le cinque sostituzioni e a volte anche sei a seconda delle competizioni, bisogna dare seguito con il tempo effettivo da recuperare.”

Ora arriva una domanda per Zielinski: “L’importanza dell’aspetto mentale? Sicuramente è importante per fare una grande stagione e ci stiamo preparando proprio per questo.”

Domanda per Politano: più deluso dalla mancata convocazione ad Euro 2020 o per la mancata qualificazione in Champions? “Più per il Napoli dopo quello che abbiamo fatto, è stata una partita storta quella di Verona. Quest’anno siamo sicuri che ci rifaremo

Prima domanda per il mister: che idea si è fatta in questi primi giorni? “Io mi sono convinto di quello che pensavo prima di entrare qui, quello di avere una squadra forte.

Ora ho già esaurito mezza risposta dalla squadra, mi sembra che i ragazzi abbiano questa convinzione. Poi è attraverso il nostro impegno che si riesce ad avere più risposta; Napoli è una presenza massiccia che può essere difficile da gestire ma non è così. Così si trovano gli stimoli migliori per le cose che vorreste vivere.”

Spalletti: “Siamo felici di essere qui con voi tifosi.”

– Silver Mele, che condurrà il tutto, chiama il primo tifoso.

21:20 – Sono chiamati sul palco Matteo Politano, Piotr Zielinski ed il mister Luciano Spalletti.

A breve partirà l’evento che vedrà il mister Spalletti accompagnato da Piotr Zielinski e Matteo Politano rispondere alle domande dei tifosi.

Comments

comments

Commenta

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultimi Articoli

To Top