Notizie

Careca: “Osimhen come me? Siamo diversi, lui è più alto e più forte fisicamente. Victor ha caratteristiche uniche”

careca

Antonio Careca, ex bomber del Napoli, ha rilasciato una bella intervista ai microfoni del Mattino.

“Osimhen come me? Siamo diversi. Ma tutt’e due forti, credo. Osimhen più alto e più forte fisicamente, bravo a giocare negli spazi larghi. Io ero più a mio agio in quelli corti, interessato più all’aspetto tecnico che a quello tattico. Mi colpisce la fame di Osimhen: va in campo con determinazione e voglia di gol, per segnare e creare spazi ai compagni con i suoi movimenti, non è una punta centrale statica.

Osimhen ha caratteristiche uniche. Un po’ come Haaland, l’asso del City, che sembra pesante e invece ha una straordinaria agilità. Osimhen sta facendo grandi cose dopo aver superato tanti problemi fisici e non ha ancora mostrato il meglio di sé: i margini di miglioramento sono notevoli. Intanto, la sua regolarità colpisce: segna sempre. Ha una forza di volontà incredibile e poi è come se la palla cercasse lui e non viceversa. Si posiziona benissimo, è sempre nel vivo dell’azione.

Il georgiano è un grandissimo talento ma il Napoli deve abituarsi a giocare non esclusivamente dal suo lato. Serve maggiore equilibrio e bisogna sfruttare anche la fascia destra, questo per consentire a Kvara di non essere sempre nel mirino dei difensori, come è accaduto nella partita contro l’Inter.

Cosa può togliere il terzo scudetto al Napoli? Nulla, credo. Ai miei tempi, il campionato si decideva nelle ultime giornate, stavolta penso che la squadra possa vincerlo già a metà del girone di ritorno. Ci sarebbe da temere qualche passo falso dovuto a errori di sottovalutazione di una partita, di un avversario. Ma questo non accadrà perché Spalletti è bravo anche a fare un quotidiano lavoro psicologico. E si vede. La squadra è sempre concentrata, a prescindere da chi ha di fronte. Riuscirà a concludere benissimo questa stagione proprio perché interpreta le partite come finali. Sarà così anche nella prossima contro la Roma.

Maradona o Messi? Paragone improponibile. Messi è un fenomeno e si è visto al Mondiale. Maradona è stato altro in campo e fuori”.

Comments

comments

Commenta

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi Articoli

To Top