Editoriale

Da Hamsik a Insigne, a Firenze per riprendersi l’onore e il futuro

Ironia del destino o forse no.
Esterna pomeriggio, panoramica generale, location uguale: Firenze Stadio Franchi.


Qui dove morì il sogno scudetto del comandante Sarri, nasce il nuovo corso di Re Carlo.
Da Hamsik a Insigne la sacra fascia, fino ad ora condivisa con l’immenso capitano, da oggi è cucita sulla pelle di Lorenzo.
Nulla di crea, nulla si distrugge , tutto si trasforma.
Da Lavoiseur al calcio il passo è molto più breve della distanza che c’è tra Napoli e la Cina.
Non solo Insigne, oggi inizia l’era degli under: Fabián, Zielinski, Diawara si prendono le chiavi di casa.
Ormai sono pronti e la carriera di un calciatore è breve, il futuro è loro.
Tempo di responsabilità e soddisfazioni da guadagnarsi sul campo.
Il caso poi ci mette la briscola con l’assenza forzata( e lunga) di Albiol che conferma Maksimovic ma apre spiragli all’utilizzo di Luperto che troverà prossimamente spazio per essere valutato bene.
Napoli Lavori in corso, si sta costruendo l squadra del nuovo ciclo.
Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma ma non la rabbia per l’umiliazione e il dolore di quel pomeriggio di circa 10 mesi fa che grida vendetta.
La Viola ci ha scherzato su, ironizzando o, forse, provocando ma a Firenze sono arrivati una ventina di ragazzi in maglia azzurra che hanno poca voglia di ridere.
Per chi c’era e per chi non c’era ( a cui è stato ben spiegato) c’è un lavoro da fare:
Riprendersi l’onore e il futuro in un colpo solo, mica roba da poco.

Comments

comments

Commenta

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultimi Articoli

To Top