Notizie

De Luca: “Duecentomila vaccini in meno in Campania. Atto di delinquenza politica”

de luca campania

Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania, ha parlato ai cittadini nella consueta diretta social del venerdì.

 

“Ho chiesto ai dirigenti di limitarsi al 50 per cento se non ci sono le condizioni di sicurezza. L’anno scolastico è saltato, nulla è cambiato sia nel distanziamento nelle classi sia nei trasporti. Lo stesso governo aveva chiesto di bloccare la vaccinazione del perosnale scolastico, ma almeno in Campania non lo abbiano fatto”.

“Dall’11 a 18 aprile l’Asl Napoli 1 ci sono stati 189 casi positivi tra gli alunni e 3.000 persone in isolamento per i contatti che si sono verificati in ambito scolstico, con 470 familiarii positivi”.

“Era ragionevole l’apertura dei ristoranti di sera, poi tutto chiuso. Serve il coprifuoco, ma ancora oggi mancano le decisioni fondamentali per il controllo del territorio. L’Italia è abbandonata a se stessa. Non c’è un piano specifico di impiego delle forze dell’ordine per i controlli anti-Covid”.

Il governo e il commissario Figliuiolo dovrebbero, secondo De Luca, procurarsi altri vaccini: “Peché dormite in piedi? Perché non chiedete all’Aifa di valutare Sputnik?. La Campania ha 200 mila vaccini in meno, è un atto di delinquenza politica. A Figliuolo consiglio di andare in giro in abiti civili e non militari: perché ha funzioni civili perché rischia di scaricare sulle forze armate la polemica politica e questo è sbagliato”.

 

Comments

comments

Commenta

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultimi Articoli

To Top