Primo Piano

Napoli-Perugia 2-0: le pagelle di 100×100 Napoli

Le pagelle di 100x100 Napoli

Ottavi di finale, gara unica ad eliminazione diretta. Il Napoli allo stadio San Paolo ha giocato contro il Perugia squadra di Serie B. Le pagelle di 100×100 Napoli.  

GATTUSO: 6 – L’avversario non irresistibile condiziona il giudizio. La squadra cresce di partita in partita in voglia e convinzione anche se è ancora lontana dall’essere una squadra ‘guarita’ dalle incertezze di questi ultimi mesi. Importante il lavoro di approccio alla partita e nel mantenimento della concentrazione durante tutta la partita anche a risultato già acquisito.

OSPINA: 7 – Svolge con sicurezza il lavoro di normale amministrazione e para il rigore facendosi in parte perdonare il clamoroso errore con la Lazio. A proposito di errore con la Lazio: lezione imparata quando è stato necessario ha spazzato via la palla senza pensarci su due volte. Se lo avesse fatto all’Olimpico.

HYSAJ: 6 – Una prestazione attenta e determinata con qualche sbavatura.

MANOLAS: 6,5 – Grinta, combattività fisicità, una prestazione gagliarda ma anche per lui la consistenza dell’avversario condiziona il voto.

DI LORENZO: 6 – Concentrato e attento mantiene la posizione senza eccessi nelle giocate. In alcune circostanze è sembrato bisognoso di tirare un po’ il fiato ma l’emergenza in difesa lo costringe agli straodinari.

MARIO RUI: 5 – Sottotono rispetto alle ultime prestazioni e commette qualche errore di troppo nelle giocate.

ELMAS: 5 – L’aver giocato poco finora lo ha portato a strafare per dimostrare il suo valore e questo lo porta a sbagliare tanto, ma personalità e tecnica non gli mancano. Un giorno sarà un calciatore importante

FABIÀN: 5,5 – Alterna cose buone ad errori di misura dei passaggi non da lui. Si è incaricato di dettare i tempi e organizzare la manovra anche se gli è mancata la giocata illuminante. Poco convinto nelle conclusioni. Sempre in difficoltà quando si perde palla a centrocampo e gli avversari ripartono.

ZIELINSKI: 6,5 – Quantità abbinata a qualità, cresce partita dopo partita. Il calo vistoso nel finale gli costa un mezzo voto

LOZANO: 6,5 – Conquista rigore primo gol e si propone ai compagni con scatti e qualche buon dribbling. Qualche eccesso di confidenza nell’ultimo passaggio ma una delle migliori prestazioni da quando è a Napoli.

LLORENTE: 5 – Sbaglia gli appoggi e i controlli, si fa notare solo per le battaglie fisiche con gli avversari utili conunque per far salire la squadra.

INSIGNE: 7 – Trascina la squadra e si cala nel ruolo di regista avanzato e di rifinitore. Con personalità si incarica di calciare i due rigori che in questo momento del Napoli pesavano come due macigni.

DEMME: (dal 64’ al posto di Fabiàn): 6 – Gioca facile di prima guadagnando i tempi di giocata e si propone ai compagni per lo scarico del pallone. Come inizio non male.

CALLEJON: (dal 75′ al posto di Lozano) S.V. – Si fa notare per qualche scatto dei suoi sulla fascia.

ALLAN: (dall’84′ al posto di Zielinski) S.V. – Una pio di giocate da campione ma non bastano per dargli un voto.

ARBITRO MASSIMI (di Termoli): 5 – Nel primo tempo sullo 0-0 tre episodi dubbi in area del Perugia poi il quarto lo vede e anche il quinto con l’aiuto del VAR. Troppo generoso nel concedere il rigore al Perugia. Forse l’emozione della prima al San Paolo ma è sembrato incerto in alcune decisioni e ne sbaglia altre. Da rivedere.

Comments

comments

Commenta

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultimi Articoli

To Top