Informativa sui cookie

Calcio&Business

Serie A, obbligo di pareggio di bilancio dalla prossima stagione

Più di un grattacapo per i club italiani, senza pareggio di bilancio non ci sarà l’iscrizione al campionato.

 

 

In Serie A pareggio di bilancio obbligatorio dal 2018/2019. Niente più bilanci in profondo rosso nella massima serie: il Consiglio Federale della Figc due anni e mezzo fa varò il “Manuale applicativo del pareggio di bilancio”, che consisteva in una serie di norme per il riequilibrio costi/ricavi rilevanti ai fini dell’iscrizione al campionato di Serie A 2018/2019. In sostanza, quindi, entro pochi mesi tutte le società che si vorranno iscrivere alla massima serie dovranno avere i conti in perfetto equilibrio.

Una norma voluta fortemente dall’ex presidente Carlo Tavecchio che due anni fa dichiarò: “Abbiamo dettato le norme a valere nel futuro, siamo vicini alla resa dei conti, bisognerà presentare bilanci che hanno sostenibilità e conti economici che siano attivi. Così come stanno le cose, il calcio italiano non può più resistere”.

Già esistente un indicatore di liquidità (rapporto tra attività correnti e passività correnti) che ha lo scopo di misurare la capacità delle società di far fronte agli impegni finanziari con scadenza entro un anno. A questo indicatore poi è stato affiancato anche quello di indebitamento e del costo del lavoro, che dovranno essere rispettati. L’ultimo passo, però, pare essere quello più importante, con l’obbligo dal 2018/19 al pareggio di bilancio. Soluzione drastica, soprattutto considerando le pesanti perdite delle società italiane.

Fonte: calcioefinanza

Comments

comments

Ultimi Articoli

To Top