Primo Piano

Rrahmani a KKN: “Sarebbe stupendo vincere lo scudetto. Il segreto? Siamo un gruppo unito”

rrahmani

Amir Rrahmani è il protagonista dell’intervista di oggi a Radio Kiss Kiss Napoli, dove parla di questo suo inizio di stagione e di quello del Napoli.

Queste le parole di Rrahmani alla radio ufficiale del club.

Capitano del Kosovo? Questo è un privilegio ed una grande cosa, c’è un popolo dietro di me che guarda tutte le partite. Questa è una cosa grande per me. Come sto? Diciamo che è ancora un inizio, abbiamo fatto bene tutti insieme; io mi sto trovando bene e stiamo andando veramente bene e speriamo di continuare così.

Quando una squadra va bene non si può dire che un solo giocatore ha giocato bene, è tutta la squadra che lo ha fatto. Com’è lavorare con Spalletti? Noi siamo più uniti rispetto all’anno scorso grazie a mister Spalletti. C’è un mister che si deve seguire e sta andando bene. Miglior difesa del campionato? I numeri sono bellissimi ma è ancora l’inizio e speriamo di continuare così.

Campionato lungo e bello? Sì, speriamo che finisce così.. sarebbe stupendo.”

Rrahmani sui suoi gol, su Koulibaly e sulla ripresa della stagione con il Napoli

Lo schema sui gol? Non è uno schema difficile da fare, abbiamo visto il video la mattina ed il pomeriggio l’abbiamo provato ed abbiamo segnato. Siamo un gruppo unito, questo è il segreto: siamo uniti. Koulibaly? Lui è un uomo bravissimo ed un giocatore forte che ha dato tanto ed è da tanti anni qui a Napoli. Un privilegio giocare con lui.

Difficile la partita subito dopo la sosta? No, sappiamo tutti che ci aspettano una partita e poi subito dopo un’altra. Tutti siamo pronti sul fatto che quando finiscono gli impegni con la Nazionale ci aspettano le partite con il club. Quello che è importante è il presente ed il futuro.

Le squadre di Juric sono sempre difficili da affrontare, sono aggressivi e giocano tutti uno contro uno. Sarà una partita difficile quella di domenica contro il Torino. 35 mila spettatori domenica? Bello, si vedrà ora il vero calcio.”

Sulle palle inattive, l’Europa League e su Osimhen

Palle inattive altro segreto del Napoli? Sì, è una cosa molto positiva perché ci sono tante partite difficili da sbloccare e questa è un’arma in più. Questo è importante perché non sempre si può fare gol su azione ed è un’arma molto importante.

Dente avvelenato per l’Europa League? Sono partite in cui può succedere di tutto, il nostro dovere è dare il massimo sempre poi non si può cambiare quello che succede in campo, forse puoi evitare qualcosa.

Sono molto appassionati i tifosi del Napoli ma sappiamo che facilmente possono cambiare le cose. Per questo non ci esaltiamo troppo, è lungo il campionato ed è difficile. Osimhen? Difficile marcarlo anche in allenamento. Le palle incerte le prende sempre lui, anche se pensi di averla. Victor è molto veloce e molto forte.

Spalletti cosa ci dice? Le squadre hanno punti deboli e noi proviamo ad usare quei punti deboli.”

Comments

comments

Commenta

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultimi Articoli

To Top