Notizie

Gattuso: “Rispetto per Ancelotti, ora si lavora in modo diverso. Su Demme e Lozano…”

gattuso

Gennaro Gattuso, allenatore del Napoli, ha parlato ai microfoni della Rai al termine della vittoria contro il Perugia in Coppa Italia.

 

 

“Abbiamo fatto una buona partita, nel secondo tempo siamo calati fisicamente. Ci mancano dei giocatori e chi c’è sta dando il massimo. Dobbiamo fare meglio perché non basta quello che stiamo facendo. Oggi Lozano ha fatto una buona partita, deve trovare continuità e non solo lui, anche Elmas. Nel secondo tempo abbiamo fatto moltissimi errori, dobbiamo migliorare.

In questi giorni ci sono state moltissime polemiche. Ancelotti per me è stato un padre calcistico. Abbiamo cambiato modo di giocare ma ho letto tante cose. Io ho toccato il fondo con il Napoli, non ho offeso nessuno. Io non rinnego Ancelotti. Noi non riusciamo ad esprimerci per novanta minuti, la mia metodologia di lavoro è diversa da quella di Carlo, passare dal 4-4-2 al 4-3-3 vuol dire correre diversamente. Non è una questione di metterci la faccia, ma di chiarire e di rispetto. Dobbiamo essere corretti noi che facciamo questo lavoro ma anche chi parla in pubblico. Dobbiamo essere corretti.

Demme? E’ un ragazzo che era capitano del Lipsia, capisce il calcio, palleggiatore. Oggi scalava troppo in avanti e ha lasciato dei buchi davanti alla difesa ma è con noi da poco, ci sta. Fa girare bene la squadra, gioca a due tocchi. Può darci tanto.

Mercato? Non mi aspetto nulla. Speriamo di chiudere per Lobotka e basta. Dobbiamo migliorare, non vincevamo in casa da ottobre. Questa squadra ha dei valori ma deve ricominciare a pensare, senza che nessuno si offenda. Per le prossime partite mi aspetto che miglioriamo a livello mentale. Sia con l’Inter che con l’Atalanta abbiamo fatto 45 minuti bene e poi ci siamo creati dei problemi da soli”.

Comments

comments

Commenta

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultimi Articoli

To Top